Nonostante la pioggia


Nonostante la pioggia, si sente che è primavera. La luce è diversa da quella della stagione precedente perché preannuncia schiarite, e il grigio non è troppo opprimente. Nessuna malinconia, dunque, almeno per me.

La scorsa domenica sono stata molto fortunata. In Viale Veneto ho visto i due inamovibili umarells-giocatori ancora su una panchina, ancora rigorosamente a cavalcioni e ancora intenti a giocare con una serietà quasi cerimoniosa. Avevano persino il foglietto sul quale scrivere con scrupolo i punteggi effettuati.
Mio padre mi ha raccontato che quei due irriducibili sono soliti esibirsi in tutto il loro splendore umarellico anche in Piazza Mazzini, qui in centro storico, dove pare siano abbonati a una specifica panchina. In sintesi, dunque, e a beneficio dei modenesi che sanno apprezzare simili spettacoli, l’inossidabile coppia di umarells-giocatori può essere reperita sulle panchine di Largo Aldo Moro, Viale Veneto e Piazza Mazzini. Un po’ di poesia nella città grigia non guasta mai.

Considerando però la pioggia di oggi, temo che i due debbano rassegnarsi a giocare a carte altrove. E immagino il nervosismo delle loro mogli perché non riescono a buttarli fuori di casa.