La curiosa


Basta uno spiraglio di luce e il desiderio di guardare oltre. Si possono scoprire pensieri segreti, sorrisi appena accennati, imprevedibili magie. Si può osservare il mondo per coglierne infinite sfumature, per afferrare ciò che sfugge ai più, per imparare e gioire. E per non rassegnarsi.

(In foto il dipinto La curiosa, di Silvestro Lega)

D’oro intenso e di giallo


La luce d’autunno è il riposo dopo l’ebbrezza d’estate, dopo il furore del sole, dopo le notti torride e gli eccessi e la follia del calore. La luce d’autunno è uno sguardo benevolo che sana ferite, che ispira poesie, che inventa strani accordi e imprevedibili magie.
Signora all’antica, elegante e discreta, la luce d’autunno invade strade e sentieri, ma sempre con garbo, per non disturbare. D’oro intenso e di giallo è il cammino d’autunno.