Difendersi


Nel Medioevo il tema dell’amore, considerato in relazione alla morale, è anche valutato e sottilmente analizzato in riferimento ai rapporti sociali. In tale prospettiva si parla del segreto d’amore e della donna dello schermo per indicare i modi attraverso i quali difendere i propri sentimenti dalle pressioni sociali e da una comprensione volgare, ossia dalle opinioni e interpretazioni superficiali dei più.

Prendo spunto da questo brevissimo stralcio di storia medievale per una riflessione più generale, che oltrepassa il tema dell’amore. Difendersi dalle interpretazioni superficiali dei più mi sembra un buon motivo per evitare di affrontare discorsi profondi o relativi alla propria sfera personale con disinvoltura e con chiunque. Il vuoto chiacchierare di tanti, infatti, intriso di gretto conformismo e di meschinità, rischia di banalizzare e di sporcare ciò che invece merita di essere trattato con rispetto.
Anche per questo talvolta si preferisce la compagnia degli animali.

Mentre fuori piove


Queste sono le giornate più grigie e opache dell’anno. La stagione fredda è all’apice del suo squallore: il grigio del cielo si fonde con l’antracite dell’asfalto, e la pioggia contribuisce a rendere ancora più desolato lo spettacolo di un febbraio freddissimo e fin troppo ostile. Ogni tanto invidio un po’ gli animali che vanno in letargo, perché talvolta, quando mi sento sopraffatta da quest’atmosfera priva di colori, avverto anch’io il desiderio di chiudermi in una tana e di non affrontare la perenne oscurità che avvolge le giornate.

Intanto, però, con la scusa del giovedì grasso ho comprato le frappe dal mio insostituibile fornaio, Pasquale. Del carnevale non m’importa molto: da bambina mi piaceva mascherarmi pur d’indossare abiti pieni di pizzi e trine, ma adesso che sono adulta tutto è cambiato. Ormai considero il carnevale solo una scusa per mangiare le frappe e addolcire così l’atmosfera di giornate infinitamente cupe e gelide.

L’orsetta Flocke


Tempo fa pubblicai un post a proposito di una bellissima orsetta nata allo zoo di Norimberga. Adesso Flocke – questo il nome che ora le è stato dato – ha compiuto quattro mesi e ha fatto una prima uscita pubblica. Come si può notare dall’immagine, è cresciuta in fretta ed è un tesoro. 🙂
Chi vuole ammirare altre foto di questo splendido cucciolo, pubblicate su La Stampa, può cliccare qui.

“Knutilda” allo zoo di Norimberga

08.jpg
Poco più di un anno fa, allo zoo di Berlino nacque Knut, splendido orsetto polare. Adesso, allo zoo di Norimberga è nata una femmina di orso polare, “Knutilda”, e sembra che i tedeschi abbiano perso la testa anche per lei, come fu per l’ormai cresciuto Knut.
Si possono ammirare ben tredici foto di questo tenerissimo animale cliccando qui. 🙂