La regina e i sogni di gloria

Alcuni si stracciano le vesti per la morte della regina Elisabetta, commentando quest’avvenimento con toni decisamente sopra le righe. A volte, sono uomini e donne che neppure ricordano di avere nonni o parenti ormai vecchi, il cui decesso, quando arriva, li sfiora appena.

Mentre singhiozzano per Elisabetta, mi rammentano quelle persone che si dedicano con grande zelo al volontariato, visitando gli anziani soli, e però, nel frattempo, hanno collocato i propri genitori nelle cosiddette strutture protette.

Va bene, la regina è un pezzo importante della storia inglese. Ma un conto è valutarne la figura in maniera razionale, per l’impatto che ha avuto sulla sua nazione, un altro conto, invece, è dolersi e considerarla alla stregua di una persona cara. Sì, eravamo abituati a vederla, d’accordo; ma cerchiamo di mantenere le giuste proporzioni.

La verità è che spesso, in questi casi, ad attirare è lo sfarzo, quel lusso sfrenato al quale la grande maggioranza della popolazione mondiale non ha e non avrà mai accesso. Le regine, i principi e le principesse rappresentano un mondo “altro”, affascinante e per molti versi misterioso, reso sacro proprio dalla sua unicità e dai privilegi che lo puntellano, quei privilegi che molti vorrebbero avere.

Peccato, però, che tali privilegi costino parecchio alla collettività e che, nel lungo, complicato corso della storia, siano stati sempre ottenuti a colpi di violenze, crudeltà e durezze inenarrabili.

Bisognerebbe ricordarselo, per maturare un po’ e capire che le enormi diseguaglianze presenti nel mondo non sono effetti del caso.

  1. Parole al vento. Tutto inutile. Finché c’è gente che segue la Ferragni & simili e/o trasmissioni come uomini&donne e/o lo sport come fosse lo scopo della vita……..
    La stessa monarchia inglese a cosa serve?? A cosa serve, se non ad alimentare le chiacchiere tra i pettegoli, tra quelli che fin dagli anni 80 compravano le riviste tipo novella2000?
    I reali non sono altro che i più pagati nella storia del grande fratello.
    La morte della regina è solo 1 dei numerosissimi eventi della famiglia reale che sono finiti sui TG di tutto il mondo.

    • Ma è sempre bene scrivere qualche riflessione razionale, fondata sulla conoscenza della storia e sul buon senso.
      Il problema di fondo è l’inconsapevolezza, il non sapere e il non capire chi siano realmente questi reali e, piu in generale, le persone potenti.

      Senza entrare nel merito della storia inglese e dell’attaccamento dei sudditi alla regina, è deprimente vedere persone che, mentre faticano per campare, piangono per la morte di una signora che, in fondo, ha fatto la vita che voleva ed è deceduta in un bellissimo castello, circondata da cure e attenzioni che molti non vedranno mai neppure col binocolo.
      Ma senza questi sudditi non sarebbe possibile l’esistenza di una monarchia del genere.

      In Italia, Berlusconi e soci hanno inventato il concetto d’invidia sociale per disinnescare tutte le sacrosante critiche nei confronti delle troppe diseguaglianze e di certi comportamenti cafoni, alla Briatore e affini. Purtroppo, anche tante persone povere abboccano e ripetono a pappagallo questo slogan vuoto, senza rendersi conto che si stanno scavando la fossa da soli.

      Poi ne scriverò.

  2. Penso semplicemente che tutto assume l’importanza che gli diamo singolarmente,che poi una fetta di collettività sia fatta da tante singolarità che ne danno tale identica importanza è certamente un processo che fa riflettere del perché avviene, soprattutto sul piano dei condizionamenti e dell’influenzabilità.

    Che si parcheggiano parenti nelle strutture ,quindi persone vicine, senza sentirne la mancanza ,sentendo paradossalmente vicino persone lontane, la dice lunga su un ” vuoto ” esistenziale che si ha e che purtroppo viene riempito con riferimenti che lasciano pensare.Che possa servire questo atteggiamento almeno a far riflettere?

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...