La nostra primavera

Il pomeriggio scorre radioso, di luce chiara che inonda le strade e sugli alberi brilla – la nostra primavera, quella che non ricordi.

Il pomeriggio scorre, passeggia assorto verso il tramonto; poi tace e s’addormenta, s’addormenta fra le morbide braccia della sera, tra le fitte pieghe nere del suo mantello stanco – poi s’addormenta, è vero, ma tu non riposi.

  1. il clima ancora relativamente fresco di queste settimane trasmette una sensazione di incompiuto, dandoci l’impressione, malgrado le tante ore di luce, di essere ancora in una fase di passaggio..quando inizierà a fare caldo, questa sensazione svanirà in un attimo, come fosse vecchia di anni….

  2. Mi associo ad entrambi. Nemmeno io amo il caldo torrido e se deve venire spero che duri poco, molto poco. Per l’estate piovosa temo soprattutto gli acquazzoni improvvisi: ok è normale durante il periodo estivo ma in questi ultimi anni quando sono arrivati hanno fatto più danni che altro.

  3. Il corso della vita in poche righe: Trovo molta malinconia e tristezza in questo post……uno dei più angoscianti e cupi che hai scritto! Almeno questo è ciò che ho assimilato 😥😥

    • Davvero? Guarda, è normale che ciascuno interpreti i testi scritti in maniera soggettiva. Se il post ti sembra tanto cupo e angosciante, significa che, per qualche motivo, ha colpito la tua parte più profonda. 😟

      • Probabilmente hai ragione…a volte molte parole lette ci sono indifferenti, ma a volte risuonano nel nostro Io interiore in un modo particolare che solo noi sappiamo elaborare. Ma non tutto quello che leggo è cosi speciale…

  4. Ciao cara Romina, innanzitutto buona domenica a te ed ai lettori del tuo blog.
    Il tuo post non lo trovo angosciante e cupo come ha suscitato nella lettura a Claudio, però vi è sempre una vena malinconica, in special modo nella contrapposizione di una stagione vivace come la primavera.
    Non ricordi, non riposi. Mi sbaglierò, ma sembra sempre un lecito e delicatissimo riferimento alla tua amatissima mamma.
    Ti voglio/ vogliamo tutti bene.
    ❤️

    • Come ho scritto sopra è probabilmente dovuto alle emozioni personali che il post può suscitare! In assoluto Il blogger scrive sempre quello che vuole e ritiene opportuno, senza badare alle altrui impressioni…..

      • Buongiorno, Filippo e Claudio!
        Sì, è questa la magia della scrittura: suscita emozioni diverse, a seconda di chi legge. Il lettore ricostruisce sempre i testi a proprio modo, perché vi proietta sentimenti, valori, desideri. Io, in questo caso, ho scritto le prime cose che mi venivano in mente, seguendo il mio inconscio.
        Buona domenica a voi. ❤

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...