Passeggiata a Pasquetta

Cosa si può fare a Pasquetta, quando il sole splende in cielo e la primavera dispiega tutti i suoi freschi colori? Nonostante la monotona zona rossa e il freddo quasi invernale, non si può rinunciare a uscire. Sì, bisogna farlo vicino a casa, e così ho passeggiato in due parchi del mio quartiere.

Il primo è il mio preferito: ufficialmente si chiama Bonvi Park o parco Amendola Nord, ma io continuo a chiamarlo come facevo durante l’infanzia e l’adolescenza, cioè parco vecchio o parco di via Sassi, perché lo raggiungo percorrendo proprio questa via. Come ho detto, è il mio preferito perché è un sano parco all’antica, dall’aspetto vagamente selvaggio, pieno di grandi alberi, di panchine e tavoli di legno in posti strategici, ossia all’ombra, e di sentieri. Cosa c’è di tanto particolare in tutto ciò? Be’, non tutti i parchi sono così in questa città; al contrario, ve ne sono alcuni con pochi alberi, anche bruttini e spelacchiati, e molte panchine sotto al sole, ottime durante l’estate per farsi cuocere il cervello. Mi chiedo spesso chi sia stato il genio ad averli progettati così, ma tralasciamo questo discorso e concentriamoci sul parco Amendola Nord. Questa è l’entrata da via Sassi, col piccolo lago:

E adesso passeggiamo lungo qualche sentiero:

Adesso usciamo su viale Amendola, una delle strade più trafficate della città, un’autentica sciagura:

Ma basta attraversare il viale e ci troviamo subito al parco Amendola Sud. Questo parco è molto più giovane rispetto al precedente: non ricordo quando fu realizzato, ma ricordo con certezza che, non appena lo vidi la prima volta, rimasi molto delusa. Pur essendo molto grande e avendo due laghi, infatti, ha il difetto di avere troppe collinette senza alberi; in più, ci sono parecchi sedili ridicoli, rotondi e di cemento, scomodissimi ma gabellati per grandi novità, e spesso posti lontano dagli alberi. Però è un parco molto frequentato e ciò non mi stupisce, anche perché ci sono alcuni bar e i due laghi attirano chi ama pescare. Stamattina il parco era pieno di persone di tutte le età, compresi parecchi baldi umarells in riva ai laghi, intenti a socializzare e a parlare di pesci. Qualche foto:

Dopo aver attraversato tutto il parco, usciamo su via Panni. Qui passa la ferrovia lungo la quale viaggia Gigetto, il trenino che collega Modena a Sassuolo e che è fonte di rabbia per molti cittadini, che detestano doversi fermare ai passaggi a livello. Dalla foto s’intuisce che siamo quasi in campagna:

Da qui si possono intravedere le colline in lontananza:

Proseguendo lungo via Panni, si può svoltare a sinistra e poi camminare fino alla chiesa di Saliceta san Giuliano, in aperta campagna; ma oggi non ho osato farlo perché mi sarei allontanata troppo da casa.

Da via Panni torniamo indietro, ripercorriamo il parco Amendola Sud e poi usciamo sul viale per tornare finalmente al mio amato parco Amendola Nord. Eccolo di nuovo:

Sentieri che assomigliano a stradine di campagna, erba un po’ alta, fiori: questo è per me un vero parco.

E adesso torniamo a casa, a rinchiuderci nella solita tana. Con grande gioia, sulla via del ritorno ho incontrato Mia, una splendida gattona che vive vicino al mio palazzo e che è la cocca di tutta la strada. Grassa, molto socievole, chiacchierona – miagola spesso e corre incontro a tutti -, Mia è una vera delizia per gli occhi:

  1. Nel semestre caldo, per quanto possibile, cerco di evitare i parchi cittadini nei giorni festivi, troppo affollati. A ciò si aggiunge la placida maleducazione di tanti (non tutti)proprietari di cani che pensano sia normale far scorrazzare liberamente in mezzo a bambini e famiglie bestiole di 40/50 chili…

    • Filippo1, per fortuna qui, nei parchi che frequento io, ci sono aree recintate adibite per i cani, e in molti casi sono aree grandi.
      Neanch’io sopporto l’affollamento, perciò preferisco il primo parco che ho citato: non è mai affollato, neppure di domenica, perché molti preferiscono il parco sud.

      • Può darsi che in città di medie dimensioni ci sia un maggiore rispetto delle regole, oltre ovviamente ad un minore affollamento in confronto ad una città come Torino..ti posso assicurare che le aree recintate per i cani ci sono eccome, ma evidentemente non sono molto apprezzate….

  2. Ciao Romina, ho apprezzato molto tutti i tour fotografici che hai condiviso sul tuo blog, tutti davvero belli. Questo del parco di via Sassi è uno del più belli, per me. Hai proprio ragione il parco è incantevole, sembra un luogo di campagna d’altri tempi. Grazie per aver condiviso con noi quello che è un pezzetto del tuo quotidiano.

  3. Romina bella ….. in questa Primavera-Autunno, vesti anche Tu la tua veste bianca, e dispiega le ali al tuo Cantore, come invita a fare Mario Del Monaco, il più grande Tenore della Storia della Lirica …. e grida al cielo “Quant’ è bellala vita” ! 😀

  4. Capisco, mia cara Amica …. oh se ti capisco !
    In questa prima Primavera che sa tanto d’ Autunno, in questo lasso di tempo pandemico in cui tutto sembra perduto ( ed anche noi stessi …. ), io continuo ad invitarti alla vita, alla sua profumata bellezza …. ed alla Memoria che, almeno finchè viviamo, non morirà mai !
    Così, mia romantica Romina, eccoti la splendida Poesia di Montale ( I LIMONI ) magistralmente letta dal grande attore Nando Gazzolo …. unendoti a me nel gridare “Vita …. oh vita, quanto sei bella” ! 😀

  5. Adoro l’odore dei limoni, adoro Montale dai tempi delle superiori….(grazie Cavaliere👏).
    Romina apprezzo le tue foto ma la mia preferita è quella in cui si intravede la ferrovia e le colline (quando Mario o Giuseppe o chi per loro te lo permetteranno, vai dove sai 😜😍!!)
    Con affetto…..

    • Da lunedì siamo in zona arancione e quindi, se il meteo sarà clemente e non avrò impedimenti, mi spingerò fino a Saliceta. Ma non c’è nulla di particolare, eh, solo campagna piatta. 😀 ❤

    • Claudio, credo che, da via Panni, arriverò alla chiesetta di Saliceta e da lì in zona via Contrada, perché andrò a piedi. Si tratta dell’area in cui risiedono soprattutto gli “arricchiti” locali. 😀

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...