Luglio e il divenire

L’esistenza si snoda come una somma di problemi da risolvere o aggirare, come un percorso a ostacoli costanti. Qualche volta arriva anche il riposo, l’attimo di quiete e, con esso, l’illusione che il flusso inarrestabile, il mutamento perpetuo intrinseco al procedere nel mondo, si sia dissolto – per nostra fortuna, incomparabile fortuna.

Ma non è così, non è mai così. E, in un mese estremo come luglio, capita di essere felici nel pensare che la vita sia un divenire costante, e che questo movimento sia destinato a proseguire, sebbene ora sia un procedere come di nascosto, come se si dovesse attraversare un passaggio stretto, di quelli che ti fanno mancare il fiato.

A luglio, col sole rovente – a luglio inospitale.

  1. Io sono in una fase molto movimentata. Ma sta andando tutto bene.
    Arrivo a sera che ho ancora l’adrenalina e mille cose a cui pensare, quindi faccio molta fatica a prendere sonno.
    Cmq sta andando tutto per il verso giusto.
    Tu farai qualcosa di speciale come ferie estive o fai parte di quei tanti che fondamentalmente staranno a casa?

    • Io starò a casa. Per fortuna sono circondata dal verde, cosa che aiuta un po’. E poi mi consola pensare che luglio sia finito: due mesi estivi già andati non sono poca cosa. 😀

      • L’aria condizionata è la mia salvezza.
        Però che triste non fare proprio niente di diverso. Io spero di fare almeno qualche weekend un po’ fuori dalla routine, anche se puntualmente da solo…

        • Ma non è brutto trascorrere qualche fine settimana da soli. Al mare sarebbe senz’altro triste, ma in montagna e in collina no. E poi, quando sei sul posto, puoi socializzare senza problemi.

        • Ma..o non ti abbattere, il latte scaduto (se cerchi in rete) può essere usato per molteplici scopi! Tra l’altro ricordo che in Sardegna apprezzano molto il Casu marzu che certamente fresco non è 🙂 !! Quindi molto concretamente guarda oltre la data di scadenza…potresti accorgerti che sei da consumare preferibilmente e non entro 😉

          • La scadenza del latte è una metafora per dire che tutto ha una scadenza. La vita stessa ce l’ha.
            Tutto è in continua trasformazione, anche se molto lenta.
            Adessosto attraversando un periodo veramente strano.
            Questa separazione, che poi separazione vera non è, è davvero molto atipica e stiamo sfociando anche nel ridicolo.
            La gente ci dice che sembriamo Sandra e Raimondo e in realtà non ci lasceremo del tutto e per sempre.
            Io penso che quella che sto lentamente costruendo sia la strada più giusta, che mi (e ci) porterà alla migliore possibile situazione di equilibrio per entrambi. Migliore possibile.
            Insomma, forse non tutti i mali vengono per nuocere.
            Ci stiamo trasformando appunto come quel formaggio sardo che ,per formarsi, viene mangiato e defecato dai vermi.

      • Io dovrei andare all’Ikea a comprare un po’ di cose per la mia casetta 🙂 🙂 (anche se è arredata servono piatti, posate, pentole, lenzuola, ecc e anche il materasso).
        Però fa troppo caldo e penso che prenderò una mezza giornata martedì o mercoledì (si prevedono temperature più umane).
        Il prossimo we sarà di nuovo caldo.
        Io lo odio.

          • Al momento non ci sono ancora luce e gas. Ho già fatto il contratto ma occorre qualche giorno.
            Poi cmq la cosa non sarà…netta, radicale. Come sai, lei ha importanti problemi che le rendono impossibile l’autonomia.
            Si sta finalmente muovendo per cercare un’assistenza anche alla sera e nei weekend, cosa che ,finchè stavo lì, non cercava… dando per scontato che se io vivo in quella casa allora devo stare a sua disposizione.
            Adesso siamo nella fase “donna iliad”: appena manifesti l’intenzione cambiare operatore telefonico, ecco che la vecchia compagnia fa finta di stupirsi e concede tutto ciò che per anni ha negato (cosa vuoi? Minuti illimitati, 50Giga? Va bene!).
            Ma se accetti di restare, in breve tempo le tariffe torneranno ad aumentare.
            La stessa cosa succede coi datori di lavoro.
            Cmq siamo veramente al ridicolo: mi chiede se l’ingresso è accessibile o ha dei gradini, si interessa… si offende se sto attaccato al cellulare a farmi i fatti miei…
            Mi ha fatto menate perchè pensavo di andare a fare un po’ di pulizie: “coooosa???!?! Le puliziiiieeee?!?!? Ma se qui te ne sei sempre fregato?!!?!? Non hai mai voluto portarmi all’ikea e adesso ci vai per la tua casa????!”.
            Va beh, è normale: si chiama “fase della negazione”.

            • Secondo me, sono reazioni prevedibili e comprensibili, e occorre tanta pazienza.
              Che non sia una separazione netta è giusto e normale: è piuttosto una soluzione per spezzare l’insopportabile atmosfera che si era creata. Non avevi altra scelta, almeno a mio parere.

  2. ” L’esistenza si snoda come una somma di problemi da risolvere o aggirare, come un percorso a ostacoli costanti. Qualche volta arriva anche il riposo, l’attimo di quiete e, con esso, l’illusione che il flusso inarrestabile, il mutamento perpetuo intrinseco al procedere nel mondo, si sia dissolto – per nostra fortuna, incomparabile fortuna.
    Ma non è così, non è mai così….” che parole crudeli, spietate e devastanti..eppur così sincere e vere. Potrei dire che luglio è schietto e senza veli nell’accoglierci nel suo dannato regno…ma io,in tutta la mia grettezza e concretezza potrei rispondergli citando una frase di un celebre film che adoro: ” tu non puoi passare! Sono un servitore del fuoco segreto e reggo la fiamma di Anor! “….non ho la fiamma ma il doppio vetro e condizionatore 🙂

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...