Covid-19: gli sfoghi di alcuni amministratori

 

patologia

In queste ultime ore, molti sono gli amministratori che si lamentano delle troppe trasgressioni di cittadini che non rispettano le prescrizioni del governo. I comportamenti indisciplinati riguardano tutte le regioni, da nord a sud. Lo stesso Presidente della Lombardia, Attilio Fontana, ha dichiarato che, se le cose continueranno in questo modo, chiederà al governo di inasprire le regole per favorire ulteriormente il distanziamento sociale.

Qualche sindaco si è poi lasciato andare a dichiarazioni impetuose contro chi viola le decisioni delle autorità. In queste ultime ore, è stato diffuso un video che riprende il pittoresco  sfogo del sindaco di Delia, piccolo comune in provincia di Caltanissetta, contro alcuni cittadini poco collaborativi. Il sindaco, arrabbiato, si  è scatenato in una gustosa filippica contro chi vuole andare da Delia a Caltanissetta soltanto per comprare le crocchette al cane, chi si riunisce in campagna a fare grigliate e molte altre amenità.

Altro sfogo molto colorito è arrivato, giorni fa, da parte del sindaco di Lucera. Parlando per metà in dialetto, ha spiegato che non c’è bisogno di cercare proprio adesso l’estetista per depilarsi, perché, in questa stagione, non importa a nessuno se noi donne sembriamo King Kong. Per parte mia aggiungo che ci si può depilare tranquillamente da sole.

(Per vedere i video basta cliccare sulle frasi colorate)