Emilia-Romagna al voto

Toni accesi, accesissimi, nelle ultime ore di campagna elettorale in Emilia-Romagna. Ieri, qui a Modena, è tornato Matteo Salvini, che ha passeggiato nei dintorni della stazione – un’area oggettivamente “difficile” e molto degradata – e poi ha tenuto il suo bel comizietto in Piazza Grande; Bonaccini, a sua volta, ha girato in lungo e in largo, forte della sua perfetta conoscenza della regione e delle sue molte competenze, che sono innegabili. Ieri sera, in Piazza Matteotti a Modena, cioè in centro storico, è arrivato anche Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, in appoggio a Bonaccini.

Questa mattina, l’infaticabile Matteo nazionale si è immerso in un bagno di folla al mercato della Montagnola a Bologna, mercato che si tiene ogni venerdì e sabato della settimana. Dovendo, infatti, puntellare una candidata debole come Lucia Borgonzoni – convinta che l’Emilia-Romagna confini col Trentino e con l’Umbria – Salvini ha lavorato come un mulo durante tutta la campagna elettorale, abbracciando, baciando, chiacchierando, accarezzando e concedendo selfie a chiunque. E sì, l’ammetto: la sua bravura nello stare in mezzo alla folla è incontestabile. Adesso è a Ravenna, c’è la diretta via Facebook, e ci sono anche la Meloni e – udite udite- è salito sul palco persino Silvio, che sta biascicando con difficoltà qualcosa a proposito degli imprenditori.

Sì, le campagne elettorali mi fanno sempre divertire, un po’ perché accendono i nostri animi regalandoci qualche emozione in più, un po’ perché sono disincantata e molto pragmatica: con me le chiacchiere non attaccano. 😀 Buon voto a tutte e a tutti.