Gli alberi d’inverno

Durante l’infanzia e l’adolescenza, gli alberi spogli m’infondevano un’enorme tristezza. Adesso, invece, il mio sguardo è cambiato e penso che, quando si cominciano ad apprezzare i tronchi e i rami scuri, si è raggiunto un equilibrio profondo, si è raggiunta la capacità di muoversi nel mondo avendo compreso ciò che davvero conta, ciò che è essenziale, ciò che basta quando il resto si è dissolto – ed era un bene che si dissolvesse. In fondo gli alberi spogli sono la cifra più autentica di questa stagione, che c’insegna il valore della serietà, della concentrazione, dell’autosufficienza.

Di mattina, quando l’oscurità sta svanendo e il giorno comincia appena il suo cammino, è bello vedere gli alberi spogli sulla strada, soprattutto quando la nebbia li accarezza, velandoli. Ci si sente avvolti da un calore misterioso, da una forza inspiegabile, e no, non si ha bisogno di altro.

  1. MA non è che magari da adulti apprezziamo le cose “tristi” (notare le virgolette) anche per una…. come dire… una sorta di empatia?
    Da giovani si è spensierati e quindi sempre allegri e ottimisti, mentre da adulti si è più disillusi. E quindi apprezziamo gli alberi spogli come si apprezza ,per esempio, un certo tipo di musica a seconda dello stato d’animo del momento. No?
    Un pochino, dai…

    • Certo, è chiaro che ci sia anche la disillusione. La disillusione arriva proprio quando hai compreso bene tutto, cioè il funzionamento del mondo e degli esseri umani. Ecco che allora ti liberi dell’inessenziale e capisci che sono poche le cose cui puoi restare abbarbicato/a, poche ma preziose, preziosissime. L’inverno è anche questo: restano poche cose – tutto è spoglio, pochissimi sono i colori -, ma con queste puoi vivere e andare avanti bene. Liberarsi dal superfluo, in tutti i sensi, è un bel passo avanti. Significa anche non perdere tempo con ciò che è inutile. Io dico sempre che chiudere molte porte fa bene.

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...