Giugno, caldo torrido e pensieri

Siamo  nel  pieno  del  caldo  torrido. Giugno  sembra quasi  sfaldarsi  sotto  il  peso  insostenibile  dell’afa, della  mancanza  di  vento, del  cielo  troppo  bianco  per  essere  gradevole, della  pianura  che  appare  più  squallida  e  insignificante  del  solito. Perché  non  vi  è  alcuna  bellezza  là  dove  manca  la  possibilità  di  respirare.

Allora  tornano  in  mente  le  colline  e  le  montagne, con  i  loro  profili  immobili  e  sereni, con  quel  senso  di  pace  e  di  libertà  che  regalano  in  qualsiasi  momento  del  giorno. E  torna  alla  mente  lo  sguardo  perso  a  contemplare  l’orizzonte  e  poi  il  cielo, quel  cielo  che  non  è  mai  monotono  e  incolore  ma  azzurro  sfolgorante, quel  cielo  che  appare  immenso  ma  senza  infondere  alcun  timore – come  fosse  un  abbraccio  da  un  altro  mondo.

  1. ” quel cielo che non è mai monotono e incolore ma azzurro sfolgorante ” con qualche nube temporalesca è più gradito….
    Giugno dovrebbe essere come ” Caronte ” colui/mese che ci accompagna verso l’inferno/luglio….ma ad ora mi sembra di aver preso il frecciarossa!!!!!! 🙂
    Ah….L’AUTUNNO….

  2. Puà … che palle ! 😦
    E mi si scusi il francesismo, ma di palle trattasi il dover sopportare quest’ estate torrida ….. in attesa che il fresco, il dolce, il pio, l’ amatissimo Autunno ci restituisca, finalmente, alla freschezza del sogno ! 😀

  3. il problema è che non c’è più la dolce estate di quando avevo/avevamo 10-12 anni…..le ondate di caldo feroce non mancavano nemmeno allora,certo,
    ma duravano 3/4 giorni, adesso vanno avanti per settimane (se non mesi) e l’estate te la fanno detestare……

    • Infatti, da quel che ricordo, in media giugno non era così torrido. Era soprattutto luglio il mese infernale.
      Adesso si comincia con l’afa dopo il 20 maggio: è davvero troppo.

  4. Afa o non afa ( macche palle … ‘st’ estate ), il pio, il dolce, l’ ineguagliabile, amatissimo Autunno, presto verrà … e riavrà la freschezza del sogno ! 😀

  5. L’estate, di per sé, sarebbe una stagione bellissima, con le giornate lunghissime e le serate all’aperto…e a dirlo è un autunnofilo militante….sono purtroppo gli eccessi a rovinare tutto, negli ultimi 20 anni le settimane canicolari, con temperature notturne tropicali, sono diventate malauguratamente una consuetudine…..

  6. vivo nel Salento, dove c’è un proverbio che dice ” Salentu, lu sule, lu mare e lu ientu ” per cui anche se fa molto caldo c’ il vento dell’est che mitica l’afa e il caldo torrido di questi giorni, mi auguro che continui così soprattutto x me che, pur adorando il sole, non posso permettere che mi baci perchè le mie condizioni di salute non me lo permettono anche se adoro l’estate x le lunghe giornate che permettono al sole di filtrare tra le persiane socchiuse e danno spazio alla mente di viaggiare verso luoghi freschi e verdeggianti

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...