Verso il passaggio

E  così  anche  agosto  se  ne  sta  andando. Però, almeno  qui, sembra  di  trovarsi  ancora  a  luglio. Oggi  le  temperature  sono  molto  alte  e  l’umidità  non  dà  tregua, tanto  che, mentre  sto  scrivendo, le  persiane  della  mia  stanza  sono  chiuse. Ma  resta  il  fatto  che  l’ultimo  mese  d’estate  sta  scivolando  via, mentre  le  giornate  continuano  ad  accorciarsi  regalandoci  il  segnale  di  un  passaggio  inevitabile.

Non  è  facile  cogliere  quel  delicato, sfuggente  declino  che  ci  accompagna  adagio  verso  la  stagione  delle  foglie  morte – la  stagione  più  misteriosa  e  commovente  dell’anno. Ma  alcuni  di  noi  sanno  osservare, quasi  sempre  in  silenzio, le  suggestioni  più  remote  che  annunciano  l’autunno. E  allora  si  immagina  ciò  che  sarà: il  progressivo  contrarsi  dei  pomeriggi, la  luce  del  giorno  sempre  più  fioca  eppure  generosa, i  viali  dignitosi  e  muti  mentre  le  foglie  se  ne  vanno  senza  alcun  lamento. E  poi  il  vento, la  pioggia, la  nebbia, i  ricordi.

amatrice

(Amatrice  durante  l’autunno. L’immagine  è  tratta  da: siviaggia.it)

  1. è vero, la pioggia d’autunno sembra avere la misteriosa capacità di evocare ricordi e suggestioni…ancora una volta hai colto nel segno Romina…..

  2. Che bello leggere le tue riflessioni, amo l’autunno e questo tuo scritto me lo fa ancora più desiderare.
    Bacioni, Federica
    Bella la fotografia ma quanto mi spiace per la tragedia del terremoto che ha colpito quella magica terra… tornerà prima o poi tutto come prima?

  3. Sta finendo la stagione in cui si è perennemente appiccicaticci di sudore, ma anche la stagione in cui si sta spessissimo all’aperto e si vive la vita con più spensieratezza.
    Si tornerà a stare al chiuso, col buio che arriva presto, coi pensieri per le varie cose che abbiamo da sbrigare…
    😦

  4. Filippo@
    Sì, Filippo@, la pioggia d’autunno, per noi amanti di questa stagione, è la più ‘evocativa’ dell’anno. Ne scriveremo e ne parleremo ancora.

    Federica@ e Io e te@
    Voglio essere ottimista, voglio credere che si ricostruirà. E lo spero tanto.
    Un bacione a voi e grazie per le vostre parole.

    Marco@
    Ma io ero convinta che l’autunno ti piacesse. Comunque, su, adesso devi soltanto abituarti all’idea. Poi tutto si sistema. 😀

  5. ” Non è facile cogliere quel delicato, sfuggente declino che ci accompagna adagio verso la stagione delle foglie morte – la stagione più misteriosa e commovente dell’anno.Ma alcuni di noi sanno osservare, quasi sempre in silenzio, le suggestioni più remote che annunciano l’autunno” ……….mi sento fortunato ad appartenere a questa cerchia di persone!
    ” E poi il vento, la pioggia, la nebbia, i ricordi.” ….che belle emozioni,che toccanti parole che doni a noi che passiamo a trovarti….sei come il vento che sussurra dolci parole alle foglie trepidanti di spiccare il volo autunnale…
    Grazie

    • Anche qui, Filippo, c’è un’afa insopportabile. Infatti, di giorno ho tutte le finestre chiuse e di notte fatico a dormire. Speriamo che termini presto questo inutile strazio. 😦

  6. On Raglan Road on an Autumn Day,
    I saw her first and knew
    That her dark hair would weave a snare
    That I may one day rue.
    I saw the danger, yet I walked
    Along the enchanted way
    And I said let grief be a falling leaf
    At the dawning of the day.
    On Grafton Street in November,
    We tripped lightly along the ledge
    Of a deep ravine where can be seen
    The worst of passions pledged.
    The Queen of Hearts still baking tarts
    And I not making hay,
    Well I loved too much; by such and such
    Is happiness thrown away.
    I gave her the gifts of the mind.
    I gave her the secret sign
    That’s known to all the artists who have
    Known true Gods of Sound and Time.
    With word and tint I did not stint.
    I gave her reams of poems to say
    With her…

  7. Infatti speravo di trovare un po’ di sollievo facendo 2 passi in un parco fuori città: dopo 200 metri ho dovuto rinunciare sopraffatto da insetti e sudore….

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...