Sera di ottobre

autunnof

Oggi  pomeriggio, la  luce  era  pallida  ma  dorata. Poi, mentre  il  giorno  declinava, è  arrivata  la  pioggia, fitta  e  rumorosa. Adesso  sono  soltanto  le  tenebre  e  il  silenzio  ad  accompagnare  questa  lunga  sera  d’autunno.

Sera  di  ottobre – misteriosa, avvolgente, morbida. Vorrei  che  non  avesse  fine, che  parlasse  senza  interruzioni, che  sussurrasse  una  frase  particolare, che  mi  donasse  la  chiave  per  risolvere  un  dilemma. Ma  si  sta  bene, si  sta  come  in  un  sogno, ed  è  il  calore  a  dominare  dentro  questa  stanza  grande  e  tranquilla. In  fondo, l’autunno  è  anche  questo: calore  dentro  a  una  stanza  chiusa. E  fuori, nella  notte  umida  e  fredda, le  foglie  continuano  a  cadere  lentamente, con  garbo, con  rassegnazione, con  dignità  infinita.

  1. … vecchie foglie gialle
    che cadono dagli alberi
    a due a due … come coppie
    che ballano ….


    I dilemmi … restano sempre, ma possiamo scaldarli al tepore dell’ Autunno, @Romina cara … e chissà ??? 🙂

  2. Avrei voglia di passeggiare nei sentieri di questo bosco.!!! lo scricchiolio delle foglie sotto i piedi , il solo rumore a tenere compagnia ai pensieri che si affollano nella mente mentre le ombre si allungano e il freddo comincia a farsi sentire. Sono secoli ormai che non vado in un bosco, quel silenzio irreale e quella luce soffusa infondono pace ma anche un po’ di sottile inquietudine. Da sempre, anche nelle fiabe il bosco non è sempre stato un luogo completamente sicuro. Da bambina ci andavo sempre col mio papà,a primavera quando le giornate erano più lunghe e tiepide. Insieme alla mia sorellina e a qualche amichetta costruivamo case coi rami secchi e grossi massi. I suoi colori però non sono mai stati così caldi ,in autunno le foglie erano marroni senza alcuna sfumatura di giallo o arancio. Ma in compenso si riempiva di ciclamini rosa delicatissimi ed io e mia sorella ne raccoglievamo grossi mazzi per la nostra mamma. Troppo tempo è’ passato e adesso quel bosco a ridosso della residenza estiva della mia famiglia,un tempo rassicurante e non troppo fitto, con ampi spazi verdi aperti, è diventato buio, folto e inestricabile e non mi azzarderei ad andare oltre quel muretto anche se scavalcandolo potrei dare nuova linfa ai miei ricordi d’infanzia. e ritrovare noi bambine e il mio papà giovane, bello e forte.

  3. Bruno@, grazie per la tua presenza e i tuoi pensieri. 🙂 Oggi qui c’è un bel sole, dopo il buio di ieri, e il pomeriggio sta scivolando via con grazia indescrivibile.

    Rosa@, le immagini delineate dalle tue parole sono sempre molto vive, ‘concrete’: sembra proprio di vederti, ancora bambina, mentre passeggi nel bosco. Grazie per la tua profondità. 🙂

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...