Festa, riposo e febbraio

febbraio

Ieri, 31  gennaio, è  stata  la  festa  del  nostro  santo  patrono, San  Geminiano. Come  ogni  anno, si  è  ripetuto  il  rito: grande  fiera  in  centro  storico, cioè  sotto  casa  mia, e  spensieratezza, desiderio  di  approfittare  dell’occasione  per  respingere  i  pensieri  legati  alla  quotidianità  e  per  trastullarsi  un  po’  come  bambini  o  adolescenti.

La  giornata  è  stata  bellissima, nonostante  il  freddo, e  ciò  mi  ha  consentito  di  fare  il  giro  d’ordinanza  alla  fiera. Che  in  questa  occasione  si  metta  mano  al  portafoglio  è  cosa  ovvia: qualcosa  si  compra, qualcosa  bisogna  comprare,  altrimenti  non  ci  si  sente  soddisfatti, altrimenti  è  come  se  non  ci  fosse  stata  alcuna  festa. Io  ho  comprato  un  bellissimo  mobiletto  portachiavi  in  stile  shabby  chic  e  due    graziosi  cuscini  color  lavanda. Poi, come  al  solito, non  ho  resistito  e  ho  acquistato  un  bel  gatto  grigio  e  bianco  di  peluche,  che  va  ad  aumentare  la  mia  nutrita  collezione  di  bestiole  simili.

Come  scrissi  anche  lo  scorso  anno, in  queste  cose  non  conosco  il  concetto  di  vergogna, sono  letteralmente  spudorata: non  m’interessa  se  qualcuno  può  ritenermi  infantile  o  strana  o  altro  ancora. A  me  piacciono  gli  animali  di  peluche  e  me  li  compro, nonostante  l’età  adulta. E  quando  li  compro mi  sento  felice, il  che  significa  che  continuerò  su  questa  lieta  strada.

Anche  oggi  la  giornata  è  stata  luminosa, con  un  bel  cielo  azzurro  che  fa  pensare  alla  primavera. Però   mi  dispiace  parecchio  vedere  che  le  giornate  si  stanno  allungando. So  di  essere  impopolare, ma  rimpiango  quei  bei  pomeriggi  dei  primi  giorni  di  dicembre, quando  alle  diciassette  è  già  buio; senza  contare  che  oggi  è  iniziato   febbraio, che  considero  insignificante  e  che  non  ho  mai  amato, e  ciò  aumenta  il  mio  dispiacere. Ma, non  potendo  eliminare  questo  mese  dal  calendario, farò  in  modo  di  sopportarlo  e  di  vedere  se  riuscirà  a  regalarmi  qualche  emozione, magari  breve  ma  intensa. Intanto, buon  inizio  di  settimana  a  tutti.

  1. Anch’io amo moltissimo i peluche, sempre piaciuti e sempre comprati 😀 Mi hai fatto riflettere sull’allungarsi delle giornate perché ho sempre amato autunno e inverno tranne per l’accorciarsi del giorno, non gradivo tornare a casa che era già buio e psicologicamente mi sembrava di avere meno tempo a disposizione, invece ultimamente inizio forse a pensarla come te… ma comunque sia tutte le stagioni sono belle, basta guardarle dall’angolazione giusta 😉 Francesca (P.S. ho traslocato MissMeletta). Ciao

  2. Per noi amanti dell’autunno-inverno le uniche cose che rendono digeribile la strada verso il caldo sono la speranza di vivere certe situazioni piacevoli tipicamente primaverili/estive: io per esempio aspetto di poter tornare ad andare al lavoro in bici. E magari di fare qualche notte “selvaggia” in montagna per le quali occorrono temperature decenti.

  3. A meno che ieri non fosse il patrono di più città, allora siamo concittadine 🙂
    Pro inverno anch’io, forse leggermente più pro autunno… i caldi colori dell’autunno sono fantastici…

  4. Oh … povero febbraio, che nell’ orto
    dove fioriscon tutte le stagioni,
    dell’ anno sei il più piccolo, il più corto,
    ma anche tu sai donare le emozioni ….

    Ci porti neve, talvolta pioggia e gelo,
    sei dell’ inverno il perno posto al centro,
    riscaldi poco il cuore dal di dentro
    eppur non poco bello è il tuo cielo .

    In fondo le stagioni vanno via
    o belle o brutte partono lontano,
    foglie già secche ai rami dell’ ontano
    ma sempre care alla memoria mia !
    . 🙂

  5. Buonasera a tutti. 🙂
    Io mi auguro che qui febbraio porti un po’ di neve, magari durante un fine settimana. Oggi c’è stato un gran bel sole, il tipico sole invernale splendente, ben diverso da quello più dolce e remissivo proprio dell’autunno, che ovviamente resta il mio preferito.
    Grazie per la poesia, Cavaliere.

    Alice@
    San Geminiano è patrono sia di Modena sia di Pontremoli, che festeggiano lo stesso giorno. Io vivo a Modena.

  6. Ciao! Io non amo i peluche (li trovo degli attira polvere) ma in compenso ho una collezione di classici disney che ancora sto ultimando e una mini collezione di classici per ragazzi: ognuno ha il suo lato infantile, che io rivendico con orgoglio! 😀

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...