Magico ottobre

sfondi-desktop-autunno-06

Questa  è  una  giornata  d’ottobre  bellissima: c’è  il  sole, l’aria  è  fin  troppo  mite  e  tutto  sembra  avvolto  da  un’atmosfera  incantata. Nonostante  la  luminosità, infatti, si  avverte  un  senso  di  lento, lentissimo  declino,  tipico  della  stagione  autunnale. Il  pomeriggio  scorre  adagio, immerso  in  una  calma  raramente  interrotta  da  voci.

In  città, si  cominciano  a  vedere  i  colori   propri  di  ottobre: cespugli  rossastri  e  foglie  ingiallite, insieme  però  a  tanto  verde.  Ottobre  è  così, arcano  e  magico, con  sfumature  a  volte  inafferrabili. È  un  mese  che  evoca  sempre, in  me, il  pensiero  di  case  vecchie, dalle  mura  solide  e  molto  spesse,  case  che  sembrano  sottratte  all’inarrestabile  divenire  del  tempo, quasi  destinate  a  sopravvivere  sotto  qualsiasi  cielo  e  a  qualsiasi  condizione, come  isole  quiete  in  un  mondo  troppo  frenetico  e  mutevole. Case  mute  eppure  in  grado  di  comunicare, di  raccontare  storie, di  svelare  segreti.  Case  circondate  da  giardini  silenziosi  e  complici, talvolta  un  po’  cupi – come  nei  giorni  scuri  di  pioggia  e  di  inquietudine. Come  nei  pomeriggi  avvolti  dalla  malinconia  della  nebbia  autunnale  e  dei  ricordi.

  1. Ottobre e’ il mese con i colori più belli. Quest’anno particolarmente afoso in questi giorni romani, e devastante nelle regioni colpite dai temporali. Ma è la natura.

  2. Er tempo, quann’ è Autunno … score lento
    – mentre ch’ er gjallo indora ‘sta staggjone –
    perchè l’ appesantisce un sentimento
    che gonfja er còre e speggnje la raggjone .

    O drento o fora, o soli o in compaggnja,
    se bbussa Autunno a la nostra porta,
    noi jè oprimo … e la malinconja
    diventa nostargja che ce conforta !

    Le lacrime s’ asgjugheno … e quer pjanto
    che ce scoteva er petto e la memorja,
    se scjojè e ce sorprenne un dorce incanto .

    Essì … ce sembra tutta ‘n’ antra storja
    puro si pjove e gela …. chè frattanto
    l’ Autunno splende in tutta la sua glorja ! 🙂
    @Cavaliereerrante

  3. Oggi è una giornata splendida e ne ho approfittato per venire al lavoro in bici, come ormai non facevo da un po’. Mi sa che è una delle ultime volte, poi ricomincerò in primavera.

    Mi piace molto l’immagine evocata dei giardini che circondano le vecchie case.
    Più i giardini che le case, soprattutto se il terreno è coperto di foglie secche: mi piace il rumore ma soprattutto l’odore.
    Ricordo che all’asilo c’erano in cortile un buon numero di alberi che facevano delle foglie gigantesche e in autunno l’area sottostante veniva ricoperta da questi “padelloni” di fogile. E sulle panchine si sentiva un profumo…!
    Ora nella pausa pranzo ,durante la mia passeggiata, passo spesso in una via dove c’è un asilo con un grande cortile molto alberato e i bambini in quell’ora sono sempre fuori a giocare tra le foglie secche, coi loro grembiulini neri… sembrano tanti Henry Potter! Mi fanno sorridere! Qualche volta si divertono a salutare i passanti.
    Vorrei fermarmi lì a guardarli un po’, ma di questi tempi farei la figura del pedofilo o del genitore divorziato che vuole rapire il figlio 😦

    E’ qui, anche se nel momento immortalato dalla GoogleCar i bambini sono pochi e non hanno il grambiule nero!
    https://www.google.it/maps/@45.5643381,9.1617855,3a,75y,72.83h,87.01t/data=!3m4!1e1!3m2!1s8eGYt8eMCKCKEF7Opby2ww!2e0

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...