Freddo di primavera

malinconia

Serata  umida, di  lampioni  accesi  e  vago  profumo  autunnale. Il  freddo  smorzato  e  stanco, le  ombre  timorose  e  incerte – maggio  col  volto  triste  e  confuso. La  primavera   in  affanno;  poi  la  notte,  opprimente  intervallo  in  attesa  del  giorno, della  luce, della  speranza.

(Nell’immagine, il  dipinto  Malinconia, di  Federico  Zandomeneghi)

  1. Sembra uno scritto malinconico, dove pure la notte non dà tregua. Questo è quello che percepisco Romina. L’ultima parola smorza il tutto e spero davvero che quella speranza si trasformi in una qualche realtà che faccia spuntare un sorriso.
    Anche in questo quadro Zandomeneghi è straordinario. Sembra che quegli occhi siano vivi come reale è la malinconia della donna.

  2. 😀 io sono un cinico e arido programmatore informatico. Mia moglie ogni tanto ci prova a trascinarmi in qualche mostra d’arte ma… ci vado solo per farla contenta.
    Qualche volta l’arte mi stupisce molto, ma solo per quanto riguarda la difficoltà della realizzazione, il tecnicismo.

    Alle scuole medie mi avevano interessato il puntinismo, il cubismo, meno l’impressionismo. Ma solo perché ho dovuto dipingerli anch’io.
    Forse è come per lo sport: mi interessa se sono io a praticarlo, non gli altri.
    Per il puntinismo avevo copiato un quadro che non ricordo, ma mi sembra simile a questo:

    Il cubismo mi piaceva di più, forse per le sue linee geometriche. Per l’esame di terza media avevo dipinto questo:

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...