Serenità ad aprile

Oggi  si  avverte  il  silenzio  tipico  dei  giorni  che  precedono  le  feste: una  pigra  quiete, in  parte  misteriosa, e  pensieri calmi, sinuosi  e  lenti. Questi  sono  momenti  propizi  per  lasciarsi  afferrare  dal  ritmo  del  presente  abbandonando  ogni  altro  pensiero: le  gocce  di  pioggia  che  cadono  sommessamente, l’orologio  che  scandisce  i  minuti  senza  fare  rumore, la  bellezza  di  essere  con  se  stessi  senza  fastidiose  intrusioni. Inoltrarsi  dentro  di  sé, percorrere  i  tortuosi  sentieri  del  proprio  io, gioire  del   privilegio  di  saper  pensare, di  non  temere  la  forza  della  riflessione, di  non  aver  bisogno  di  nulla  per  sentirsi  sereni. Essere  sereni  e  basta, essere  sereni  perché  è  aprile, perché  la  primavera  è  uno  stato  dell’anima, perché  i  fiori  non  sono  mai  stati  tanto  azzurri.

Buona  Pasqua  a  tutti. Buona  primavera.

pasqua

  1. ” Inoltrarsi dentro di sé, percorrere i tortuosi sentieri del proprio io, gioire del privilegio di saper pensare, di non temere la forza della riflessione” ,
    dici bene Romina,condivido il tuo pensiero pienamente.
    Quando sono solo la mia mente continua ad elaborare,continua a scandagliare a fondo il mio “interiore”,sempre cercando di razionalizzare le mie emozioni,il mio stato d’animo…. .
    ” la bellezza di essere con se stessi senza fastidiose intrusioni “….a volte vorrei essere in uno sperduto eremo di montagna!
    Ma domani è festa quindi …Romina tanti auguri per una Pasqua serena e lieta!
    Tanti auguri a tutti!

  2. buonasera a tutti. che dire? da quando ho scoperto questo bellissimo blog, ogni sera dopo cena è il mio appuntamento fisso. Leggo e rileggo i post vecchi e quelli più recenti ed assaporo la calma che le immagini riescono ad infondermi. Romina sei veramente nata per la scrittura. Le tue parole sono piene di dolcezza, sono intense e profonde , arrivano dritte al cuore perché danno voce a quello che non tutti sanno esprimere con tanta maestria. Devi molto amare la natura perché per te tutto è poesia. Dovremmo forse tutti imparare a guardarci intorno con occhi diversi e ricominciare a godere guardando un campo di papaveri o semplicemente un vaso di gerani che fa capolino da un balcone. Proprio come quando eravamo bambini e ci bastava una torta della mamma o una scorpacciata di ciliegie sotto l’albero del nonno.
    Buone feste a tutti ,in particolare a te cara nuova amica.

  3. Cara Rosa, grazie davvero per le tue parole: è sempre bellissimo, per me, salutare l’arrivo di nuovi amici sul blog, è una novità che m’infonde sempre allegria e mi stimola a continuare a scrivere.
    Un abbraccio e cari auguri. 🙂

  4. E’ vero Romina, nei giorni prima delle feste si avverte un clima irreale. Più che silenzi direi i non rumori che sento, che percepisco e mi lasciano come sospesa a mezz’aria. Il che mi piace, dura poco e mi dà un senso di pace e di serenità. Un po’ come fermarsi, fare un respiro profondo e ripartire.
    Buona Pasqua a te e a tutti coloro che passeggiano Oltre il cancello. 🙂

  5. @Romina: auguri anche a te, in ritardo.

    @Claudio: “vorrei essere in uno sperduto eremo di montagna”
    🙂 a chi lo dici!! Io mi sono preso un giorno di ferie tutto per me, tutto da solo e -per una mezza giornata- ho realizzato qualcosa di simile. E me la sono goduta alla grande!

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...