La vita che chiama

details

Il  tempo  passa  in  fretta  e  una  pausa  di  dieci  giorni  sembra  soltanto  un  frammento  rubato  all’infinito. Talvolta  non   scrivo  non  per  mancanza  d’argomenti, ma, al  contrario,  per  sovrabbondanza  d’idee  e  pensieri,  o  per  un  eccesso  di  pudore  e   discrezione; poi  ci  sono  anche  quei  momenti  molto  bizzarri  in  cui  si  è  afferrati  da  un  certo  non-so-che  paralizzante. Forse  indecifrabile, forse  no.

Sono  meravigliose  giornate  di  primavera, queste; sono  giornate  di  una  mitezza  che  scalda  il  cuore, che  induce  a  pensieri  dolci, che  fa  emergere,  dalle  profondità  oscure  dell’anima,  infantili  desideri  di  corse  all’aria  aperta, di  risate  scomposte  nei  prati  colmi  di  vita, di  emozioni  nuove. Con  la  primavera, l’adolescente  che  si  cela  in  ciascuno  di  noi  alza  la  voce, chiede  di  essere  ascoltato, s’impone  con  ingenua  prepotenza  senza   ammettere  rifiuti. Spesso  madamigella  Saggezza  interviene  per  farlo  tacere, per  ricondurlo  con  fermezza  al  suo  posto, là,  nell’oscurità  di  quelle  memorie  cui  non  si  vorrebbe  attingere; ma  l’adolescente, si  sa, non   obbedisce, si  ribella, s’indispettisce, non  tollera  freni. Così,  madamigella  Saggezza  non  ne  esce  sempre  vincente: talvolta  deve  cedere  e  lo  sfrenato  adolescente  si  scatena.

In  fondo  è  giusto  così. Quando  la  vita  chiama  bisogna  rispondere, e  la  primavera  è  una  formidabile  amica  che  ci  risveglia,  facendoci  riscoprire  forze  ed  energie  sopite.

  1. ” Spesso madamigella Saggezza interviene per farlo tacere, per ricondurlo con fermezza al suo posto, là, nell’oscurità di quelle memorie cui non si vorrebbe attingere” ….quasi da film dell’orrore,mi ricorda ” boogeyman – l’uomo nero “!
    A parte la battuta concordo,ciao buona serata!

  2. “Saggezza”??? Per come la descrivi, io non la vedo una cosa granchè positiva. Poi ,certo, bisogna anche vedere cosa si intende quando scrivi che “l’adolescente vuole scatenarsi” 🙂

    Però ,visto che ognuno è libero di interpretare i post come più si sente, io penso che nella vita ci siano già troppi freni concreti e giustificati, per commettere l’errore di aggiungere anche i freni creati dalla nostra “pigrizia mentale”.
    Spesso basta così poco per gioire un pò…

  3. Mi riferivo al fatto che, talvolta, da adulti ci si sente in colpa quando si provano certe sensazioni e si vorrebbero fare cose da ragazzini. Così intervengono alcuni freni e la saggezza, intesa ANCHE come consapevolezza della propria età, tenta di rimetterci al nostro posto. Non è forse vero che a volte dobbiamo sostenere una lotta interiore fra opposti sentimenti o inclinazioni? 🙂
    Questo, però, è solo un aspetto della questione.

  4. Pingback: Lotte interiori | Sognatore Fallito

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...