Di un’altra stagione

sfondi-desktop-autunno-06

Sono  stati  giorni  bizzarri, un  rincorrersi  di  sole  e  di  pioggia  a  dipingere  una  stagione  indefinibile, un  assurdo  groviglio  di  primavera  e  d’autunno  al  quale  è  impossibile  dare  un  nome.

Ieri, dopo  la  luminosità  del  mattino, l’oscurità  improvvisa: non  si  è  trattato  del  monotono, insistente, uniforme  grigiore  di  tante  giornate  invernali, ma  di  quel  repentino  mutamento  d’atmosfera  tipico  del  periodo  primaverile, quando  la  luce  scompare  in  un  attimo  travolta  con  prepotenza  dal  malumore  del  tempo  e  colora  il  pomeriggio  di  nero, come  capita  durante  certi  acquazzoni. Ma  l’opprimente, insidiosa  umidità  e  il  freddo  della  notte  sono  tratti  tipici  dell’autunno, e  allora  febbraio  diventa  un  caos, si  trasforma  in  un  mese  privo  d’identità  o  forse  soltanto  desideroso  d’inventarsi  una  nuova  stagione: primavera-autunno  o   autunno-primavera, abbraccio  d’umori  e  toni  differenti, incomprensibile  scontro  di  diverse  ambiguità.

I  capricci  primaverili  insieme  all’enigmatica  profondità  dell’autunno  impongono  una  riflessione, un  ripensamento, uno  sguardo  diverso: si  avverte  il  desiderio  di  chiudersi  in  casa  a  lungo  e  poi  di  uscire  e  poi  di  dormire. Ci  si  sente  giovanissimi  e  incredibilmente  vecchi  a  un  tempo, si  vorrebbe  correre  ma  anche  fermarsi, si  vorrebbe  gridare  di  gioia  ma  anche  tacere. Talvolta  si  sogna  l’oblio, ogni  tanto  la  fantasia  afferra  prati  in  fiore; ma  scende  la  notte, le  voci  si  attutiscono  e  i  pensieri  restano  avvolti  dalla  prudenza  del  silenzio.

  1. Ciao Romina,possiamo dire senza dubbio che è un inverno atipico,molto piovoso con precipitazioni oltre le medie stagionali (leggevo che dobbiamo andare indietro di un paio di secoli per poter avere un confronto +/- alla pari).
    Non penso che in questo ultimo mese invernale possa cambiare l’andamento,quello che mi sento di dire è che questa volta si ha la sensazione reale che l’AUTUNNO si sia preso una bella rivincita !
    ” una nuova stagione: primavera-autunno o autunno-primavera, abbraccio d’umori e toni differenti ” ….e la primavera bussa alla porta.
    ciao

  2. Ciao Claudio! Peccato però che manchino i colori dell’autunno. Il clima autunnale c’è, ma quella meravigliosa tavolozza no. E qui, ieri, pomeriggio, sembrava davvero un preludio di primavera. Mi chiedo come sarà marzo. 😮

  3. Si anche qui giornate con il sole e temperature sui 15 gradi e giornate grigie,cupe che inquietano l’animo.
    E’ vero peccato per i colori mancanti,però ho visto le margherite nei prati e gli alberi fare gemme……una stagione bizzarra ma affascinante!
    Anche io sono curioso di vedere marzo come evolverà ,nel frattempo se voglio rifarmi gli occhi ,mi basta osservare le belle immagini che proponi (suggestiva la scalinata)
    Ciao buon riposo!

  4. Ci si sente giovanissimi e incredibilmente vecchi a un tempo, si vorrebbe correre ma anche fermarsi
    😀 Ma come fai a cogliere queste cose??!? 😀 Sei mitica!
    Giusto ieri volevo provare ricominciare ad andare al lavoro in bicicletta, ma sotto la doccia continuavo a pensare “sì dai che lo faccio”, “no non lo faccio…fa freddo poi sudo… cosa mi metto?”, “ma sì dai faccio la cavolata!”, “no meglio di no, non so nemmeno se la bici è ok”, ecc Alla fine per più motivi non l’ho presa, ma la voglia di riprendere la vita primaverile c’è già!

    Ieri sera pensavo che quest’anno vorrei riattivare l’assicurazione della moto un pò prima.

    Ma se adesso torna una perturbazione con qualche corrente d’aria gelida dalla Siberia, in 1 secondo cambio idea! 😀

  5. La scala in pietra risalìa coperta
    di foglie rosse e gialle sui gradini,
    corrosa, antica … e alla memoria aperta,
    siccome fosse autunno … e noi bambini …

    E che colori, intorno … e che ricordi,
    e che stagioni ci riporta in mente,
    azzurri cieli … e d’ infinito i bordi …
    e il navigar per essi dolcemente !

    Solo una foto … è questa tua, @Romina,
    ma corredata dalle tue parole …
    è amica dei ricordi in pieno sole
    quando si alza e inizia la mattina .

    Così la guardo e ti penso, e la riguardo
    come sfogliando un albo un po’ ingiallito,
    uguale tenerezza …. uguale invito
    al viver vero, e al vero nostro sguardo ! 🙂

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...