Sono sette: allegria!

holly

Tre  giorni  fa, 12  gennaio, questo  blog  ha  compiuto  sette  anni  di  vita. Che  strano  effetto! Sono  tanti  sette  anni  per  un  blog. Perché  non  festeggiarli – chiedo  venia  per  il  parolone – sorridendo? Lasciamo  da  parte  frasi  poetiche, riflessioni  profonde, pensieri  complessi, e  abbandoniamoci  a  qualcosa  di  non  troppo  impegnativo. A  tale  scopo  riscrivo, con  parole  un  po’  diverse, i  contenuti  di  due  post  d’argomento  frivolo  che  molti  dei  lettori  attuali  non  hanno  letto.

Premessa: anni  fa, su  molte  emittenti  televisive  private  c’erano parecchie   trasmissioni  con  cartomanti  e  affini  impegnati  a  leggere  il  futuro  ai  malcapitati  che  telefonavano. Ebbene, una  volta, allo  scopo  di  ridere, ho  guardato  una  di  queste  trasmissioni  e  ho  trascritto  alla  lettera  le  richieste  più  buffe  o  sconcertanti  di  chi  telefonava. Ecco  quattro  esempi:

Il  caso  di  una  fanciulla  straziata  dal  dolore  e  colma  di  sentimenti  profondi: “Il mio ragazzo è morto una settimana fa. Vorrei sapere se ne trovo un altro”.

–  Fanciulla  alle  prese  con  normali  dubbi  sentimentali: “Vorrei sapere se il rapporto con il mio ragazzo andrà bene”. Risposta  della cartomante:”Sì. Dimmi prima qual è il suo colore di capelli”. A  questo  punto, grande urlo  della  fanciulla: “Papà, di che colore ha i capelli il mio ragazzo?”.

Vicenda  di  signora  con  dubbio  amletico: “Ho sessant’anni e dovrei andare a convivere insieme a due uomini. Uno ha la mia età e l’altro ha ottant’anni. Vorrei sapere se quello di ottant’anni mi lascia l’eredità”. Risposta  della giovane cartomante, con  forte  accento bolognese: “Soccia, signora, è già dura vivere con uno!”.

Caso  di  donna  anziana  priva  di  ipocrisie  e  dotata  di  notevole  sincerità: “Accudisco tutti i giorni mia zia che ha più di novant’anni. Vorrei sapere se dura ancora molto o se finisce presto”.

Aggiungo  che  non  ho  inventato  nulla, neppure  una  virgola: ho  scritto  la  pura  verità, anche  se  può  sembrare  assurda. D’altra  parte, non  è  forse  vero che  la  realtà  a  volte  supera  la  fantasia?

A  proposito  di  realtà  che  supera  la  fantasia, tralasciamo  le  stravaganti  domande  ai  cartomanti  e  soffermiamoci  su  altro. Un  signore  anziano, conoscente  di  mio  padre,  amava  raccontare  bugie  ed  enormità  con  estrema  disinvoltura, tanto  che  molti  si  riunivano, di  sera, in  un  certo  bar  all’aperto  per  ascoltarlo  narrare  le  sue  improbabili  imprese. Era  un  bell’uomo, di  aspetto  distinto, ed  era  anche  una  persona  sensibile; però, purtroppo, aveva  questa  strana  mania  d’inventarsi  un’esistenza  parallela  volando  in  alto  con  l’immaginazione,  e, quando  incontrava  gli  amici, era  capace  di  trascorrere  ore  a  parlare  all’infinito  senza  che  nessuno  riuscisse  a  fermarlo. Per  comodità, schematizzo  le  principali  amenità  che  ci  raccontò  e  che  sono  passate  alla  storia  fra  quanti  l’hanno  conosciuto. Premetto  che, nella  vita, aveva  sempre  lavorato  come  artigiano  fino  alla  pensione, ma  sosteneva  con  convizione:

1) di aver fatto l’equilibrista e il domatore di leoni e di tigri al circo Orfei
2) di aver costruito centinaia di aerei
3) di aver visto Hitler in persona nel bel mezzo della Foresta Nera
4) di aver lavorato alla Nasa
5) di aver dipinto una riga su una bicicletta utilizzando la coda di un topo per farla dritta
6) di aver seguito ben tre corsi all’Accademia Militare di Modena
7) di essere nato sotto l’ala di un aereo
8) di aver avuto una nonna discendente da Toro Seduto.

Ma questo è niente: per narrare le sue gesta immaginarie occorrerebbe scrivere un romanzo. Mi  limito  soltanto  ad  altri  due  episodi. Una volta mi raccontò di aver trasportato un elefante del circo Togni su un camioncino, lungo una strada molto tortuosa, e mi disse che, durante la guida, l’elefante gli aveva leccato allegramente il collo con la proboscide. Un’altra volta, narrò a tutti i suoi amici che in casa non aveva più pace e che sua moglie non gli preparava mai pranzo e cena perché trascorreva tutta la giornata al telefono con la moglie di George Bush, allora Presidente degli Stati Uniti. 😮

  1. Effettivamente vedo che la maggior parte dei blogs non vengono più aggiornati dopo un paio di anni.

    Io adoro l’esistenza dei maghi e di qualunque illusione che riesca a fare in modo che la gente si rincretinisca volontariamente, tipo il gioco d’azzardo: quando sono in coda all’autogrill e vedo gente che prende 2 o anche 3 gratta e vinci da 10 euro l’uno, a me verrebbe da invitarlo a prenderne un’altro ancora… così paga le tasse anche per me. Idem per le slotmachine, lotto (alcuni ,spesso pensionati, giocano cifre importanti).

    I giocatori di slot sono davvero i “migliori” : buttano un sacco di soldi per….per stare chiusi in un bar 😀 , quando magari fuori c’è una bella giornata e potrebbero usare quei soldi per starsene a spasso un weekend lontani dalla quotidianità.
    Certe volte penso a cosa farebbero se vincessero una bella cifra: secondo me si comprerebbero una Ferrari con carrozzeria in oro tempestata di diamanti per andare…al bar.
    Presi dalla noia ,e anche per distinguere il weekend dagli altri giorni, passerebbero i sabati sera tra donnnine e cocaina.

  2. Romina evvvivaaaa !!!!!!!

    Sette volte sette gli anni di auguri per il tuo blog !!!!! 🙂

    Vi sono capitato per caso un po’ di tempo fa e devo dire che sei veramente un’ospite premurosa,attenta, sempre gentile e disponibile.
    Mi hai fatto sentire sempre a mio agio,come se fossi accolto sempre a braccia aperte.
    E per un vecchio solitario,ed a volte un po’ noioso come me,non è davvero poco.
    Grazie per le emozioni e sensazioni sempre così ben espresse,e non di rado vera poesia.
    Anche se qualche volta non commento,non è perchè non abbia letto,o poco gradito quanto da te scritto,ma perchè temo di rovinarne la poesia.

    Divertenti gli aneddoti che racconti Romina 🙂
    Davvero la realtà supera,e di molto,la fantasia.
    Quando a volte racconto a qualche amico,sopratutto se giovane,fatti della mia lunga vita vagabonda (e tutti veri,non come quelli del conoscente di tuo padre,lo giuro !!!) ad un tratto mi fermo perchè io stesso vengo assalito dal dubbio se realmente tale fatto mi sia realmente accaduto,tanto sembra fantasioso se misurato con la realtà attuale.
    Allora vado poi a scorrere le pagine dei miei diari (si,ho quasi sempre tenuto un diario,anche se non proprio giornaliero) per accertarmi che tale cosa sia stata veramente e non mia suggestione.

    Di nuovo tanti auguri per il tuo bellissimo blog cara Romina e grazie ancora per l’ospitalità. 🙂

    P.S. Marco,passare una serata con donnine e cocaina ohibò,no mai ! Ma con
    una Signora e champagne eh beh,questo si…… 🙂 !!!!!

  3. Sette anni … sette note, ma con esse, si possono musicare infinite sinfonie !
    AUGURI @Romina … e sette abbracci ‘forti forti’ … uno per anno ! 🙂

  4. Ma grazie a tutti voi per gli auguri e non solo! 🙂

    Volendo sottilizzare un po’, si può dire che in genere il settimo anno è quello della crisi…matrimoniale. 😀 Ecco, il blog per fortuna non ha niente a che vedere con questioni matrimoniali, perciò speriamo che resti immune da siffate crisi. Trascorrerò indenne altre quattro stagioni scrivendo su questo blog? Chi vivrà, vedrà. 😀

    Buon fine settimana a tutti.

  5. Mille auguri per questo compleanno speciale, come sei speciale tu.
    Ha ragione Alessandro quando dice o meglio scrive, che sei “un’ospite premurosa, attenta, sempre gentile e disponibile”.
    Questo luogo virtuale è davvero qualcosa di unico e prezioso, non cadi mai nella banalità o nell’ovvio, a volte mi chiedo come fai.
    Mi sono fatta una risata nel leggere l’elenco di cose mirabolanti compiute da quel signore! 😀 Come pure sulle questioni di vitale importanza rivolte alla chiromante. Sembra impossibile ma è tutto reale.
    La penso come Marco sul gioco d’azzardo e giù a scendere. Una volta al bar della stazione ferroviaria mi sono trovata davanti ad un signore che ha speso più di 50 euro in gratta e vinci! :O Sono rimasta basita!
    E come Cavaliereerrante ti mando un abbraccio “grande” sette anni.

  6. Romina,crisi matrimoniale dopo sette anni……una volta ! Ora arriva dopo due o tre anni,ed a volte prima.

    Certo che un blog che dura da sette è un bel record.Non ho molta esperienza in fatto di blog,ma vuol dire che la “conduttrice” o….(non so come si chiami) ha una personalità notevole,oltre che fantasia e “savoir faire” 🙂 .

    Brava Romina ! Un HIP HIP URRA’ per te !!! 🙂

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...