Indimenticabile autunno

Dicembre  è  cominciato  regalandoci  giornate  serene  e  freddissime, accompagnate, di  mattina, da  molta  nebbia. Questo  è  il  mese  in  cui  l’autunno  muore  per  lasciare  spazio  all’inverno, ed  è  anche  il  mese  delle  feste  e  delle  corse: corse  per  organizzare  pranzi, cenoni, incontri, raduni  e  altre  cose  simili. Io  tento, nei  limiti  del  possibile, di  non  lasciarmi  travolgere  da  questo  ritmo  impazzito  e  di  continuare  con  le  mie  abituali  occupazioni.

Picnic under the Maples

Indimenticabile  autunno. Ogni  foglia  è  un  pensiero, un  ricordo, un  segreto, un  insieme  di  anni, di  emozioni, di  speranze. Sarebbe  un  sogno  starsene  lì, senza  essere  disturbati; sarebbe  un  sogno  starsene  fermi  lì, senza  dover  parlare, ridere, giustificarsi  o nascondere. Senza  recitare  la  parte  che  ci  è  stata  assegnata, senza  seguire  la  sceneggiatura  che  ci  è  stata  imposta. Starsene  lì  almeno  per  un  pomeriggio – uno  solo – e  riposare. Perché  l’autunno, sì, soltanto  lui  può  capire.

 

 

  1. L’autunno si è portato via le foglie ma le emozioni,le speranze,i ricordi rimangono.Per nostra fortuna.
    Le giornate sono limpide,con una luminosità tagliente,ma non fredde.Il sole è caldo e ghiaccia solo all’ombra.
    L’inverno ormai è alle porte ma gioioso ed allegro,quasi avvertisse un sentore di primavera.Fuoritempo.
    Si lasciano correre pensieri leggeri che si avviluppano ai tralci della vite non ancora potata,innondata di sole.E scivolano sull’erba ingiallita,calda.
    Buona domenica. 🙂

  2. Ciao Alessandro, ben ritrovato. 🙂 Bellissimi pensieri, i tuoi: le giornate limpide sono una vera fortuna in questa stagione, ma qui fa molto freddo.
    Buona domenica anche a te.

  3. Romina,mio fratello che abita anche lui in piena Pianura Padana, proprio oggi mi diceva che da parecchi giorni vive nelle nebbia fitta,con tutto imbiancato dalla “calabrosa” ed al gelo.
    Qui da me,ai piedi delle Alpi,il tempo è bellissimo : sole,cielo limpido e temperature,almeno di giorno,ben sopra lo zero.
    Una meraviglia. Vorrei poter inviarvene un po’ 🙂

  4. Ah guadra, ieri c’era una nebbia pazzesca, però io sono fuggito sulle alpi e c’era un sole magnifico! Un cielo azzurro, le ondulazioni della neve che si evidenziano grazie alle ombre generate dal sole forte ma ,essendo inverno, sempre basso.
    F-A-N-T-A-S-T-I-C-O!
    Sudato (per il movimento fisico) in mezzo alla neve, sole luminoso e neve sugli scarponi che non si scioglie. Questa volta ne ho fatta una pelle: era da anni e anni che non mi riempivo di neve fino alle ginocchia! 😀

  5. Tornando al topic del post, il periodo delle feste mi piaciucchia abbastanza. Se non fosse per la frenesìa della gente per gli acquisti e per la ciccia che si mette su, direi che è anche piacevole.
    I ritrovi coi parenti…in sè mi piacciono, ma purtroppo vengono organizzati sempre nei weekend e trovo odioso che mi si bruci così un giorno di libertà.

    Provo a usare i tag per quotarti (visto che tu puoi farlo), vediamo cosa succede:
    [italic]sarebbe un sogno starsene fermi lì, senza dover parlare, ridere, giustificarsi o nascondere[/italic]
    Già, ogni tanto amo anch’io starmene seduto all’aperto a fissare l’infinito.
    Quando lo faccio, quando riesco bene, quando entro in una specie di leggera trance, spesso mi si sviluppano in mente pensieri filosofici e idee che mai mi sarebbero venuti in condizioni normali. 😀

    [i]Senza recitare la parte che ci è stata assegnata, senza seguire la sceneggiatura che ci è stata imposta[/i]
    In questo senso, personalmente seguo la mia parte solo per lo stretto necessario: se vuoi stare in questa società purtroppo devi ballare come ballano tutti gli altri. Ma in generale sono sempre stato etichettato come “anticonformista” fin da bambino.
    E gli anticonformisti vengono visti male. Spesso vengono accusati anche di maleducazione, senza riflettere sul fatto che lasciare libere le persone è un atteggiamento molto più rispettoso che PRETENDERE considerazione per delle pure formalità di facciata (della serie: “a nessuno piace, ma si usa così”).

  6. Alessandro e Marco@
    Beati voi che potete facilmente ammirare le Alpi! Io, per ora, devo accontentarmi della piatta pianura, malsana col suo clima umido. 😕

    Marco, anch’io seguo la mia “parte” solo per lo stretto necessario, però, a volte, vorrei avere libertà totale. L’adesione acritica di molti a certi “valori” mi fa venire la nausea, e talvolta devo trattenermi per non sbottare. Comunque, pur di sfogarmi, lavoro parecchio di ironia. 😉

  7. Proprio ieri sono andata a “cercare” un po’ di autunno tra le ultime foglie di un albero. Come ogni anno il tempo sembra andare di fretta e mi rimane il dubbio di non avere pienamente vissuto questa stagione meravigliosa.
    Da diversi giorni (anche troppi dato che aspetto la neve che non arriva, uffa!) vivo tra cielo azzurro, sole vivido, montagne limpide. Il contrasto tra le creste delle montagne e il cielo è straordinario. Sembra davvero di poterle abbracciare. Meraviglioso, ma dovrebbe esserci più neve lì sulle cime e qualcosina anche qui più in basso. Aspetto fiduciosa e non mi lamento pensando alla nebbia. 😦
    Passato l’autunno si entra in clima natalizio e non so come, ma quest’anno me lo sto godendo alla grande. Niente slalom alla ricerca del regalo giusto che non sarà mai tale, niente patemi d’animo in corse assurde quanto inutili.
    Ho deciso di dare un taglio ad un sacco di “tradizioni” e di fregarmene di altre.
    Sai Romina, curioso che oggi abbia aperto il blog e mi sia ritrovata a leggere proprio questi tuoi pensieri.
    Finalmente ho preso coraggio (tardi ma vabbe’) e ho mandato in malora tante mie abitudini e devo dire mi sento meglio dandomi della cretina per non averlo fatto prima. Certo come dici sempre tu la libertà totale sarebbe una gran cosa, ma andarsele a cercare è proprio da cretini. 😀

    • Tiziana, ti capisco. Anch’io, col tempo, ho lasciato da parte certi patemi d’animo e certe abitudini, e vivo il Natale con pacatezza, come un momento per rallentare. Senza aspettative particolari, senza pretendere una perfezione che non esiste. 🙂

    • Buon proposito per queste feste di natale: prometto di prendere con ironia le boiate che mi toccherà assecondare e quindi cogliere l’occasione per immedesimarmi anch’io clown di questo grande circo, per ridere di più e innervosirmi meno.
      Giurin giuretta, prometto che ci proverò con tutta la mia buona volontà.

      • Guarda, io ho la grande fortuna di non dover trascorrere il Natale con parenti vari o affini. Saremo soltanto io e i miei genitori. Tanta calma, ottima coreografia, relax e buoni cibi. Inoltre io continuerò con le mie consuete occupazioni preferite, leggere e scrivere. 🙂
        Tu cerca di passartela meglio che puoi, prendendola con filosofia.

  8. So che con quel post posso sembrare esagerato, per chi non sa tutto.
    In realtà c’è da precisare che per me le feste di natale sono un pò particolari a causa del fatto che…non sto qui a dilungarmi, diciamo che ogni anno devo partire e essere ospite dei miei suoceri fino all’epifania.
    Ma il problema non sono i suoceri, anzi: loro sarebbero i migliori. Poi ci sono cognati, fidanzate/i varie/i e amici ,anche più giovani di me, con cui quindi andiamo ogni sera/notte a…divertirci! Yeee! 😦
    La famiglia nel suo insieme è…complessa (considera il termine “famiglia” come molto allargato, in stile tipicamente meridionale) e nonostante l’ospitalità sia eccellente e mi facciano sentire come un figlio, ogni volta mi sembra di essere nella casa del grande fratello, con tanto di discussioni più o meno accese e più o meno in faccia.

    Tuttosommato, se preso con ironia, devo ammettere che qualche anno m’è anche piaciuto.
    E’ un pò come guardare le televisione, una via di mezzo tra un reality e un documentario su altri paesi con abitudini e filosofie diverse dalle nostre.
    Ci metto un pò ad abituarmi, ma gli ultimi giorni mi dispiace andare via.
    Come nel film: “chi viene al sud piange 2 volte: quando arriva e quando se ne va”.
    Spero ,quest’anno, di entrare in sintonia alla svelta e riuscire a ridere tranqullamente dei programmi che ci saranno “in tv”.

  9. Marco, la cosa importante è che queste persone siano perbene, cioè che non ti facciano cattiverie gratuite per il solo gusto di farle. Se sono fondamentalmente buone – e sembra di capire che lo siano – il problema delle diverse abitudini si può affrontare, nonostante io comprenda bene che ci si può trovare in difficoltà. Tieni presente che esistono famiglie lacerate da invidie, meschinità di ogni genere e cose inenarrabili, per cui, se il tuo caso non contempla queste situazioni estreme, tutto sommato puoi accontentarti. 🙂

    Il mio caso è particolare. I miei parenti – sorella di mio padre, nipoti, ecc. – sono qualcosa d’indescrivibile. Ne hanno combinate tante e ci hanno creato parecchi guai, materiali e morali. Io per anni e anni sono stata costretta a frequentarli, ma poi, per una serie di vicende, ho avuto l’immensa, meravigliosa, mai abbastanza benedetta possibilità di rompere definitivamente. Se dico che è stata la mia più grande fortuna, non esagero, perché soltanto io so quello che sono stati capaci di fare. 😉 Ecco perché mi permetto di dirti che, se nel tuo caso si tratta solo di un problema di abitudini e mentalità, puoi cercare di “abbozzare”.

    E’ un pò come guardare le televisione, una via di mezzo tra un reality e un documentario su altri paesi con abitudini e filosofie diverse dalle nostre

    Mi hai fatto venire in mente il film “Il mio grosso grasso matrimonio greco”. Non so se l’hai visto, ma lì si presentava un bel contrasto di mentalità fra le famiglie dei due sposi. 😀

    • “se il tuo caso non contempla queste situazioni estreme, tutto sommato puoi accontentarti”
      “I miei parenti – sorella di mio padre, nipoti, ecc. – sono qualcosa d’indescrivibile”

      OK. Non mi lamento più! 🙂

      “Mi hai fatto venire in mente il film “Il mio grosso grasso matrimonio greco””
      😀 non siamo ovviamente a quei livellli (grazie a dio e a tutti i santi) però effettivamente io e mia moglie ci siamo fatti delle gran risate conquel film, perchè in fondo sono le stesse differenze che ci sono tra nordici e meridionali… anche se lì sono state portate all’eccesso fino a sembrare quasi un film di Fantozzi.

      Ma poi… no… non è quello il problema. Per quanto riguarda le differenze di abitudini, io mi sento un pò come Bisio in “benvenuti al sud”.
      Il problema più che altro è che lì frequentiamo ragazzi più giovani di noi, oppure anche diventati grandi anagraficamente ma rimasti “bambaccioni” molto vuoti di spirito.
      Quando siamo lì sono attorniato di gente più che in tutto il resto dell’anno, ma mi sento solo come in nessun’altra circostanza.
      Ma questo non c’entra con la questione “nord/sud”.

  10. Marco@ Il problema più che altro è che lì frequentiamo ragazzi più giovani di noi, oppure anche diventati grandi anagraficamente ma rimasti “bambaccioni” molto vuoti di spirito.
    Quando siamo lì sono attorniato di gente più che in tutto il resto dell’anno, ma mi sento solo come in nessun’altra circostanza.

    Comprendo bene la seccatura: non è facile trascorrere molto tempo con persone con le quali non si hanno affinità spirituali. Un problema che ho avvertito spesso anch’io, e quindi so come ci si può sentire. Non a caso, sono contenta di trascorrere tutte le feste dell’anno senza “truppa” intorno: piuttosto che avvertire il genere di solitudine cui alludi tu, preferisco così.

    Nel tuo caso il problema è la lunghezza della vacanza: devi stare lì fino all’Epifania. Se potessi – che so – trascorrere lì solo Natale e S. Stefano, sarebbe diverso. Ma evidentemente non puoi accorciare il tuo soggiorno. Non resta che prenderla con un po’ d’ironia. Tanto – scusa se mi ripeto – se non c’è cattiveria o volontà di danneggiare, be’, puoi tirare un piccolo sospiro di sollievo. 🙂

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...