Il primo pomeriggio

donnaautunno

Del  primo  pomeriggio  mi  affascinano  l’attenuarsi  dei  rumori  e  l’atmosfera  di  sospensione  che  lo  pervade. Ma  non  è  stato  sempre  così. Quando, durante  l’adolescenza, trascorrevo  buona  parte  dell’estate  in  appennino, il  primo  pomeriggio  era  per  me  un  intermezzo  lentissimo  e  a  volte  monotono. A  quell’epoca, la  mia  percezione  del  tempo,  durante  i  soggiorni  in  montagna,  era  molto  particolare:  mi  sembrava, infatti,  che  le  ore  trascorressero  con  una  lentezza  esasperante. Nella  febbre  di  vita  tipica  dei  quindici  anni, non  avevo  né  il  desiderio  né  il  bisogno  di  riposare: anche  nel  primo  pomeriggio  volevo  uscire, starmene  in  giardino, inventare  passatempi, liberare  la  fantasia, muovermi, giocare  a  tennis, organizzare  piccole  fughe  mentre  i  miei  genitori  dormivano.

Ora  è  tutto  diverso. Il  primo  pomeriggio  è  diventato  una  breve  pausa  da  assaporare  fino  in  fondo, da  vivere senza alcuna  frenesia, da  rispettare  e  da  amare. D’estate, quando  l’afa  della  pianura  è  insopportabile  e  getta  un  velo  di  squallore  sopra  ogni  cosa, il  silenzio  che  accompagna  il  primo  pomeriggio  è  rigenerante  e  malinconico  allo  stesso  tempo. È  un  silenzio  causato  soprattutto  dalla  stanchezza,  è  una  resa  di  fronte  al  cielo  bianco  e  all’asfalto  rovente.

D’autunno, invece, quando  il  sole, accogliente  e  fraterno,  sfiora  con  delicatezza  le  finestre  e  illumina  le  stanze  con  discrezione, il  primo  pomeriggio  è  una  poesia  di  pensieri  e  di  sensazioni, un  abbraccio  colmo  d’affetto, un  sostegno  nei  momenti  difficili, uno  sguardo  dolce  e  comprensivo.

  1. Ancora uno sguardo attento sulle atmosfere della natura (o più genericamente, dell’ambiente) e sulle relative risonanze interiori, risonanze che, col passare degli anni, tedono sempre più a diventare consonanze.
    E, perchè no, anche consolazioni.

    Un caro saluto.

    • Franz, hai scritto bene: risonanze, consonanze e consolazioni. Soprattutto consolazioni. In certi momenti sono necessarie.
      Un caro saluto anche a te.

      Marco@
      Ciao e ben ritrovato.
      Guarda, prova a pensare anche a una bella domenica d’inverno: il primo pomeriggio può essere magico e avvolgente come non mai.

  2. Anche se per mesi mi dimentico di questo blog, poi torno sempre a dare di nuovo una sbirciata.
    I tuoi pensieri mi piacciono perchè mi fai notare le cose belle che mi passano tutti i giorni sotto gli occhi senza che io le percepisca.
    Questo è appunto un esempio: è proprio vera questa cosa del “primo pomeriggio” e d’ora in poi me lo godrò, perchè ripenserò a questo tuo post.
    In ferie ascolterò il silenzio della gente che se la ronfa con la panza piena. In inverno questa magia si percepisce meno, ma c’è!
    Anche sul posto di lavoro, dopo la pausa pranzo si riparte con più calma: la gente sta facendo la digestione, i capi sono finalmente a pranzo (i capi vanno dopo l’orario canonico, perchè devono rompere le palle a chi è in pausa!) e -nonostante il fastidio di dover riprendere- è un momento tranquillo della giornata.

  3. Ancora una volta ti leggo e mentre davanti ai miei occhi scorrono le parole la mente vaga tra i ricordi di estati lontane quando ad un certo punto della giornata bisognava rallentare il modo di vivere mentre l’istinto mi diceva di andare, rincorrersi, saltare pieni di quella energia che adesso non c’è più. Ora amo la quiete di un buon libro mentre mi arrendo al tempo, quello meteorologico. 🙂

    • Ed è proprio quella energia che a volte rimpiango e che mi sembra quasi un miracolo inspiegabile. Talvolta mi chiedo: ma ero davvero io quella che non si fermava mai, nemmeno quando si scoppiava di caldo? 😮

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...