La poesia di novembre

Oggi  è  una  stupenda  giornata  di  novembre:  spenta e  profondamente  malinconica. Sembra  strano  o  forse  folle  definirla  stupenda – lo  so – eppure  novembre  è  questo: un  alternarsi  di  debole  sole  e  di  bruma, una  vertigine  di  tristezza  mista  a  timidissima  gioia. Grazie  a  questa  atmosfera, la  casa  diventa  un  rifugio  prezioso, il  luogo  dei  sogni  a  occhi  aperti, la  dimensione  ideale  per  riposare, progettare, lavorare, esprimersi  al  meglio.

La  poesia  di  novembre  è  diversa  da  quella  di  ottobre. Novembre  è  meno  ambiguo, più  intenso  nel  manifestare  i  suoi  umori, la  sua  estrema  sofferenza, i  colori  della  sua  agonia. In  un  certo  senso, ci  pone  di  fronte  alle  nostre  responsabilità  e, nel  farlo, conserva  sempre  quella  dolcezza  di  cui  è  privo  l’inverno. Ecco  perché  novembre  è  un’occasione  da  non  lasciarsi  sfuggire: prima  che  la  scure  dell’inverno  si  abbatta  su  di  noi, ci  ammonisce  e  c’invita  a  raccogliere  tutte  le  energie  necessarie  per  affrontare  i  mesi che  verranno, insegnandoci  che  l’esistenza  non  è  solo  un  vano  disperdersi  fra  voci  insensate  e  risate  stridule, ma  qualcosa  di  ben  più  profondo  e  complesso. E  solo  recuperando  un  rapporto  con  se  stessi  è  possibile  comprenderlo.

  1. Mi sono imbattuto per caso nel tuo blog e voglio farti i complimenti.Mi sono trovato a leggere i tuoi scritti recenti e non.
    Hai un dono e’ evidente,riesci a portare calore con le tue parole e con queste bellissime immagini,a prescindere dal mese.
    L’autunno l’ho sempre amato,è bello sapere che piace a tanti,
    ciao

  2. Dolcissima Romina, riesci, con le parole, a trasmettere sentimenti profondi e riflessioni che la vita frenetica ci fa dimenticare.
    “…insegnandoci che l’esistenza non è solo un vano disperdersi fra voci insensate e risate stridule, ma qualcosa di ben più profondo e complesso…”
    Non posso spiegarti quanto questa frase sia piena di significato per me.
    Posso però rinnovare il mio grazie, di cuore.

  3. Benvenuto Claudio e grazie per le tue parole. Ma grazie anche a Federica e Tiziana: riuscite a commuovermi per la vostra costante e mai superficiale attenzione ai contenuti dei post.

    Vi auguro un buon proseguimento di settimana. 🙂

  4. 8 anni sono passati da quando mi sono imbattuto nel blog e non posso che riconfermare quello che scrissi allora….grazie di cuore Romina (sono felice di aver avuto la possibilità di scrivere e lasciare una traccia…mi sento come un piccolo animale che in bosco sacro corre impaurito e sporca il sentiero immacolato oltre il CANCELLO).
    GRAZIE 💖

    • Ma sono io che devo ringraziare un lettore così fedele e attento come te, Claudio. 🙂 ❤
      I commenti, le tracce di chi legge sono parti indispensabili per il blog che, senza di esse, sarebbe molto più povero. Se sono andata avanti per quasi 14 anni (a gennaio 2021 saranno proprio 14 anni di blog) è grazie a chi segue e lascia qui i suoi pensieri.
      Un forte abbraccio. ❤

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...