Segreto d’inverno


L’inverno si è vestito di grigio e di nero. Il pomeriggio è squallido, eppure l’atmosfera cupa non riesce a influenzare il mio umore.

Ho pubblicato l’immagine associata a questo post già un’altra volta, durante l’estate del 2010. Si tratta di uno splendido dipinto di Silvestro Lega dal titolo La visita. Credo che si accordi alla perfezione con il clima di questa giornata.

È un dipinto che mi affascina perché, pur mostrando con notevole efficacia i toni e la tristezza che pervadono le giornate di questa stagione, non suscita in me alcuna malinconia: c’è qualcosa di caldo e di profondamente umano a pervaderlo nell’insieme, e non è soltanto merito dell’abbraccio delle due donne in primo piano. Mi colpisce in modo particolare la figura femminile sullo sfondo a destra, quella che sta per arrivare, perché mi trasmette un profondo, inspiegabile senso di calma. È come se, in questo straordinario quadro, fossero racchiuse una saggezza antica, la chiave della serenità, il segreto dell’esistenza.

  1. @Lega, @Zandonai …. eroi dipintori un tempo sottovalutati …. poi, poichè il tempo rende ragione a chi l’ abbia maturata con l’ arte, il sacrificio e la memoria, fortunatamente ( per noi …. ) ritornati ad essere considerati da chi vada oltre le mode effimere, Grandi – Pittori e Uomini impegnati nella Storia – e magici Artefici e Poeti”, capaci di sottrarre all’ oblio attimi di vissuto di un passato dolce, isolandoli nel tempo affinchè quell’ antica malìa non vada più perduta !
    Un bel post, @Romina, un’ ulteriore conferma della tua sensibilità di donna non usuale, di appassionata cultrice di sogni tuoi ( e nostri …. ) mai spenti !!!! 🙂
    @Bruno

  2. Un post interessante.
    Vediamo. Le figure umane danno sicuramente calore al dipinto, che credo risulterebbe ben più freddo altrimenti. Ma credo che quello che stempera le sensazioni invernali sia quella luce giallina, che direi sia più calda che fredda.
    E’ curioso come si possano interpretare diversamente le stesse immagini: per me la donna sullo sfondo sta aspettando le altre due, per andar via tutte insieme :).
    Il dipinto dà sicuramente un’idea di serenità, sebbene a me la figura sullo sfondo non trasmetta niente di più delle altre, se non il fatto che, forse, è la più freddolosa delle quattro 🙂

  3. Federica e Cavaliere@
    La poetica di Silvestro Lega è, a mio parere, straordinaria. Il suo modo di descrivere la quotidianità della piccola borghesia ha una grazia ineguagliabile. La sua tecnica pittorica è poi notevolissima: basta guardare, ad esempio, la rappresentazione dei volumi e il tratto finissimo del disegno.

    Grazie a voi per aver apprezzato questo meraviglioso artista, uno dei più grandi macchiaioli. 🙂

    Gabbiano@
    In realtà, sembra che il quadro rappresenti ciò che ho scritto io, nel senso che questa è l’interpretazione generalmente data: le due ragazze in primo piano sono appena arrivate e vengono accolte amorevolmente dalla donna che è uscita da casa. La figura femminile sullo sfondo dovrebbe essere la loro madre, e sembra avanzare anch’essa (basta guardare la sua gonna, leggermente sollevata da terra sul davanti, tipica di chi sta camminando: è questo piccolo particolare a farlo pensare. Ovviamente è vestita in maniera diversa perché più anziana).

    Ad esempio, Arrigo Boito, nel 1873, descrive il quadro come l’arrivo di queste tre donne alla casa, due sorelle con la madre. La descrizione fatta da Boito è riportata nel libro dedicato ai macchiaioli dal critico d’arte Raffaele Monti, un esperto del ramo.

    Ma molte altre fonti descrivono il quadro nei medesimi termini.

    Al di là di ciò, mi preme sottolineare soprattutto che si tratta di un autentico capolavoro. L’immagine che ho pubblicato non gli rende neppure giustizia.

  4. Ah be’ il dettaglio della gonna appena sollevata non l’avevo neanche visto, e basandosi su quello, sì, credo si possa dire che la direzione è verso il centro e ci sia comunque movimento. Che la donna sia la madre, almeno a questa risoluzione (non so quale sia la grandezza del dipinto), credo sia difficile dirlo; anche se, in effetti, avevo appunto notato che era più coperta, quindi quella osservazione potrebbe portare in quella direzione, ma certo sarebbe un po’ poco come elemento a supporto della teoria.
    Ma quelle alle finestre sono inferiate, giusto? Ah vedi, si dice sempre “una volta non c’era la delinquenza”, e invece… 🙂

  5. Anche a me piace moltissimo questo capolavoro di Lega e la donna più anziana che sta arrivando mi ha sempre dato l’idea di una figura protettiva. Provo quindi il tuo stesso senso di serenità…

    Sempre bellissime e dotte le tue scelte. 🙂

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...