D’infiniti chiaroscuri


Si presenterà vestito spesso di grigio intenso, col volto severo e accigliato o malinconico e pensoso. A volte, sebbene stremato, sorriderà di pallida luce attraverso i rami infreddoliti degli alberi stanchi.

Accompagnato dalla nebbia e dalla pioggia, certi giorni sarà irritante; eppure, la sua innegabile profondità e i suoi grandi occhi velati di tristezza suscitano rispetto e ammirazione. Novembre è arrivato ed è poesia d’infiniti chiaroscuri.

  1. Quella strada che va chissà dove …. che si apre come una guida fra tappeti di foglie d’ oro, fra alberi multicolori dal giallo oro al rosso granato, fra un verde che si distende con le sue molteplici gradazioni …. sotto un cielo mite ed un profumo che solo la vita, quando si apre e si spoglia senza più pudore, sa donare … ed un tempo che si dilata come l’ anima nostra …. si chiama Autunno, ed è l’ oggetto del nostro amore e della memoria grata !!! 🙂
    Bel post @Romina, fotografia come sempre affascinante …. pochi/poche sanno confezionare a questa stagione splendida un vestito migliore del tuo !
    @Bruno

    • Bruno, grazie di cuore. 🙂
      La verità è che l’autunno è una poesia sotto di forma di stagione e quindi è un’ottima fonte d’ispirazione per pensieri, scritti e altro ancora.

      Franca, ben ritrovata.

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...