Festa e fantasia


C’è il trenino instancabile che percorre le vie del centro con meticolosa regolarità e ci sono i mercatini: niente di spettacolare, ma senz’altro sufficiente a regalare un po’ di colore al mese di dicembre.
Abitare in centro storico, in una di queste case tutte attaccate le une alle altre, è un privilegio nel periodo natalizio perché, nonostante il clima rigidissimo e le giornate brevi, non ci si sente mai soli: basta guardare attraverso i vetri d’una finestra per vedere luci e persone e negozi aperti.

L’immagine che apre questo post mostra però una realtà del tutto differente: un incanto sospeso in una dimensione senza tempo, un sogno e una fantasia segreta. La casa splende di luce e arde di calore, nessuna stanza è costretta al buio e il cielo è addirittura percorso da delicati toni di rosa: sono tutti ottimi presagi, sono segni di speranza, sono doni lasciati a chiunque sappia coglierli.

  1. Questa casetta mi ricorda la casa di Kate Winslet nel film “L’amore non va in vacanza”, che faranno in questi giorni (o forse lo hanno già fatto? Boh!?).
    Carina, carina, dà l’idea di un calore interno contrapposto al gelo esterno. Però nello stesso tempo mi mette un po’ di tristezza perchè fuori non c’è proprio nessuno. Io amo la tranquillità e la solitudine, ma non sempre 🙂

  2. Possiamo far volare l’immaginazione. Possiamo immaginare che, a poca distanza, vi siano altre case e tutte abitate e illuminate. 🙂 In effetti l’idea di una casa completamente isolata è poco allettante.

    Io, come ho scritto, vivo in un contesto ben diverso qui in centro storico, che è il mio quartiere. Le mura delle case sono spesse e imponenti, e perciò l’atmosfera che si respira negli interni è molto intima e raccolta, ma nel contempo si sa di essere in mezzo a tanti altri. Non ci si sente mai soli, neppure se ci si chiude in casa per tre giorni di seguito. 🙂

  3. E’ poco allettante, ma dipende dalle situazioni. C’è chi questo isolamento lo cerca appositamente per riposarsi dalla vita frenetica della città. Quindi in quel caso mi piacerebbe molto.
    Tu praticamente vivi una via di mezzo tra la compagnia esterna e l’intimità di casa 🙂

    • Vale@
      Sì, l’isolamento per riposarsi dalla frenesia cittadina è bello e anche salutare. Infatti io concepisco le vacanze proprio come distacco completo dalla vita urbana e perciò scelgo sempre la montagna, dove ci si può isolare e stare in silenzio, senza caos e frenesie varie.
      Anni fa, in montagna avevo una casa indipendente con giardino, quindi so per esperienza quanto sia bello questo genere d’isolamento. 🙂

      Sabby@
      Eheh! Da te è primavera, mentre io oggi ho rinunciato a uscire per non affrontare il gelo e l’oscurità. Secondo le previsioni del tempo, poi, peggiorerà pure. 😕

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...