Desiderio di viola


Profondamente spirituale: così mi appare il viola. Un prato viola, un sentiero viola, persino alberi colorati di viola: questo vorrei vedere oggi, primo giorno d’estate grigio e fresco.

Dopo una primavera scialba e avara, che ci ha negato i suoi doni più belli, è ufficialmente arrivata la nuova stagione. Qui, in pianura, ci attendono giorni difficili e a tratti impietosi. Dovremo difenderci dall’aggressione dell’afa e del sole, così come soltanto tre mesi fa ci siamo difesi da una gelida e improvvisa nevicata. Dobbiamo difenderci spesso, forse anche troppo, come soldati sotto assedio stanchi a causa delle tante battaglie combattute.

Un prato viola, un sentiero viola, persino un tramonto tutto viola: questo vorrei vedere ora, nel giorno più lungo dell’anno, quando la notte stenta ad arrivare.