Ricordi d’estate


Pur detestando il caldo e soprattutto l’afa, che non riesco a tollerare fisicamente, quest’anno avverto il bisogno dell’accecante luminosità del sole estivo.

Mi colpisce tale contraddizione. So che, quando l’estate trionferà con le sue giornate torride e senz’aria, soffrirò moltissimo e attenderò con ansia l’arrivo dell’autunno; eppure, nonostante tutto, sento la necessità di affrontare la nuova stagione.
Sono emozioni irrazionali a confondermi la mente in questo modo, emozioni che non posso spiegare con chiarezza. Alcuni ricordi, inevitabilmente deformati dal tempo, si aggiungono al caotico quadro dei miei pensieri. Rivedo pomeriggi d’agosto lontani, monti addormentati al sole, fiori accarezzati dal vento, gatti solitari in cerca d’ombra e di riposo, serate in compagnia della luna e delle stelle. Ma poi, per fortuna, la razionalità mi soccorre e strappa il velo che regala al tempo trascorso falsi toni rosati, mostrandomi la realtà per ciò che era: senza rosa, senza azzurro, senza luce.

Allora sono contenta di non vedere più quei monti addormentati al sole e quelle stelle e quella luna.

  1. certo che l estate non è prorpio la mia stagione preferita pero’ direi che fino ad adesso il sole lo abbiamo visto poco… è per questo che un po’ c manca?! bah, oggi è freschino sembra quel venticello che t accarezza la pelle a meta’ settembre il venticello autunnale per capirci, invece ancora deve arrivare l estate, comunque evviva il sole!!!

    ps. ma che bella la foto della mia toscana!!;)

  2. Ciao a tutti.

    Oggi si preannuncia una giornata estiva, anche se senza eccessi, almeno per ora. Ma quando scoppierà il caldo padano, saranno dolori.

    Antonella, sì, è la Toscana. Regione splendida, meravigliosa. Poi io adoro le colline dell’Italia centrale, per cui…

  3. Cara Romina,
    ti confesso che sono rimasto un po’ interdetto verso la fine del post. Mi stavo abbandonando ai ricordi fatati, quando d’un tratto me li hai… sfilati 🙂 (giusto per fare una rima).
    Chissà, forse c’è un motivo preciso per cui il nostro cervello rielabora i ricordi e li cancella selettivamente, penso possa essere, anche se non sono un esperto.
    Beh, insomma… tornando al post… non so, trovo che in fondo non ci sia nulla di male a cullarsi in ricordi che magari non sono l’esatta foto della realtà.
    Così come penso possiamo concederci di sperare ciò che magari non è realmente realizzabile, ma che ci può trascinare là dove forse possiamo arrivare
    Sono molto razionale, ma per un motivo o per l’altro, mi sono allontanato e mi sto allontanando dalla mia razionalità. Forse, ne ho usata troppa in vita mia.

  4. Ciao Gabbiano.
    Certo che non c’è nulla di male a deformare i propri ricordi, anche perché è un fatto naturale, che “capita”. Però io (e questo è appunto solo un dato soggettivo) preferisco guardare le cose con sano realismo, per mettere ordine nella mia vita e per affrontare alcune situazioni.

    Tanto fantasia e irrazionalità restano sempre presenti, sono ineliminabili perché fanno parte della nostra natura. 🙂

  5. … più che altro ero rimasto un po’ interdetto perché quel voler cancellare, quasi volontariamente, i colori dolci dai ricordi, mi sembrava contrastare con quella ricerca dei colori nelle immagini che hai spesso scelto, ecco…
    Ma forse, ora, ho capito meglio quello che intendevi.

  6. ” … quest’anno avverto il bisogno dell’accecante luminosità del sole estivo. … “.

    E’ proprio vero! Anch’io sento la necessità di luce e di caldo; non se ne può più di questa “… maledetta primavera!”

  7. oggi e qui da me l’estate è già arrivata, insopportabilmente afosa, e i gatti sono già distesi come pantere pure a quest’ora (le 23 passate)…

    ma sempre meglio che il cupo inverno 🙂

  8. Ciao Romina, sai che stanotte mi è venuto in mente questo post??? 🙂
    Perché pensavo a una certa … situazione passata, e pensavo che vedendola razionalmente in effetti poteva apparire diversa da come io la sentivo nel complesso.
    Mi chiedo però se ci sia una “verità” univoca, perché la realtà è per noi ciò che noi percepiamo, e se aggiungiamo del rosa dove il rosa non c’è, possiamo dire che il rosa non ci sia? 🙂
    Non so, comunque possiamo decidere quale parte far prevalere, la razionalità o i sentimenti pur deformanti, anche se non credo che ci sia nessuno che abbia il totale controllo su questo
    buon inizio d’estate 🙂 (un deumidificatore per la signorina, prego! 🙂 )

    • Hai capito? Pensi ai post pure di notte! 😀

      Gabbiano@
      Mi chiedo però se ci sia una “verità” univoca, perché la realtà è per noi ciò che noi percepiamo, e se aggiungiamo del rosa dove il rosa non c’è, possiamo dire che il rosa non ci sia? 🙂

      Ti dico come la penso io in questo momento. 😉
      Se sono io ad aggiungere il rosa, significa che mi sto illudendo. Nel contempo, aggiungere il rosa può essere talvolta salutare, altrimenti si rischierebbe d’impazzire: le illusioni servono per proseguire il cammino, specialmente se il cammino è stato troppo duro.
      Però a volte, per affrontare la realtà e risolvere certi problemi occorre essere razionali, in modo da recidere i legami col passato, perché spesso i ricordi deformati ci allontanano dal presente e ci fanno sfuggire occasioni positive.

      Ovvio che non si possa sempre razionalizzare tutto e che la tendenza ai sogni e alle illusioni sia naturale. Però è anche questione d’allenamento: chi è esercitato a usare la ragione, riesce a razionalizzare più di chi non ha la medesima abitudine. Proprio come un atleta che, a causa dell’esercizio fisico, fa cose che noi, che non siamo atleti, non potremmo fare. 🙂

      buon inizio d’estate 🙂 (un deumidificatore per la signorina, prego! 🙂 )

      Buon inizio estate anche a te. Qui in Padania c’è già l’afa, oggi si sta male e pare che domani avremo la prima ondata di vero caldo. 😥
      Comunque sono organizzata con mega ventilatori e altro.

  9. Pingback: Il sospetto rovinò tutto « Sapore di nuvole

  10. il colore lilla è spiritualità, adoro tutte le gradazioni di questo colore,che dire poi di un tuffo in un campo di lavanda? ho provato la sensazione in un paesino della provenza. estasi pura-

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...