Prima del temporale


Mi piace il rumore dei tuoni in lontananza, quando il temporale avverte del suo imminente passaggio. Chiudere le persiane prima del suo arrivo è un gesto che m’infonde sicurezza, è la prova che ho un rifugio e la possibilità di resistere.
Apro la finestra, guardo la strada e vedo una luce chiara all’orizzonte. A primavera i temporali sono così: il grigio che li accompagna non è mai troppo intenso, il pianto cela sempre un sorriso.
Mi sembra che i tuoni, in questo lungo pomeriggio, siano una buona compagnia.

(La foto è tratta da qui)

  1. Non amo troppo il rumore dei tuoni, amo di più la pioggia scrosciante, amo guardarla con la finestra aperta, col termosifone che mi scalda le gambe.
    E` bello sentire quel calore, mentre osservi la forza dell’acqua che viene giù, mentre respiri il suo odore.
    Detto ciò, da me splende il sole, sorry 🙂

  2. anch’io come gabbiano non amo molto il suono dei tuoni, soprattutto qui vicino al mare, anche se per molti è un bellissimo spetatcolo naturale, a me invece mette quasi paura, specie quelli estivi, sempre un po’ violenti,
    amo la pioggia, quella notturna, che mentre leggo o mi avvio al sonno mi fa compagnia..
    un saluto

  3. Mi hai ricordato perfettamente le condizioni che trovai l’estate scorsa in puglia dai miei nonni. Ed era una condizione stupenda , tant’è che ne sono uscite poi due bellissime foto.
    Marta.

  4. Ciao a tutti. 🙂

    In realtà il temporale è durato pochissimo e non è stato violento. Mi piace la sensazione di sentirmi al riparo mentre fuori c’è la tempesta.

    Mi piace anche il rumore della pioggia, senza temporale, sottofondo piacevole quando si dorme o si riposa.

  5. A me invece piace molto la semplice condizione riportata dalla tua foto. Uscire , e ritrovarsi sotto un cielo di quel tipo senza sapere se pioverà oppure no. E poi puntualmente non piove.

    • Aurora@
      Grazie per la tua presenza, mi fa davvero piacere e ricambio il saluto.
      Qui oggi piove ed è grigio, ma niente temporale. Pare che la primavera non voglia saperne di noi.

      Marta@
      La condizione della foto piace molto anche a me perché è “sospesa”. Ha il fascino del non-finito e non è né opprimente né triste.

  6. Quando sta arrivando un temporale se posso esco.
    Vivo da poco in campagna e stare all’aria aperta è un lusso a cui ancora non mi sono abituata.
    Vicino alla mia casa ci sono quattro tigli secolari, il vento entra nelle chiome, li agita quel tanto da inebriare me, piccolo essere umano incantato ai loro piedi, con il loro fruscio.
    C’è un’energia potentissima in quel vento che precede il temporali primaverili e che odora già di pioggia, mentre la terra sembra predisporsi ed appiattirsi sotto i piedi.
    Amo sentirmi esposta al bisticcio tra cielo e terra.
    Resto fino alle prime gocce, resisto fino a sentire il disagio dei vestiti e dei capelli bagnati.
    Non chiudo le persiane come te, Romina. Resto a guardare dalla finestra… quanto mi piace..

    Milena

  7. Marta@
    Anch’io amo lo stato di sospensione e a volte vorrei che certe situazioni, tipo l’arrivo di un temporale e l’atmosfera che ne consegue, durassero.
    Ma tutto passa e non possiamo fermare il divenire. A volte ciò mi dispiace.

    Milena@
    La tua descrizione è bellissima e suggestiva.

    Quando io, da ragazzina, trascorrevo le estati in appennino, amavo moltissimo restare alla finestra e guardare il temporale, come fai tu ora in campagna. In giardino avevamo anche noi alcuni bellissimi tigli e lo spettacolo era magnifico.

    Purtroppo è molto diverso qui in città, nelle strette vie del centro storico. Qui viene l’impulso di chiudersi e di non guardare. Talvolta spio il temporale dalle persiane, ma vedo solo asfalto grigio e brandelli di cielo marrone.

  8. Non credevo Romina che vivessi in città, tu così sensibile agli eventi naturali.
    Ho incontrando il tuo blog proprio cercando un’immagine…di alberi forse, ora non ricordo più… mi sono incantata e lo sono ancora dai tuoi post, adoro i tuoi dialoghi intimi con la natura e i silenzi… leggerti è entrare in una oasi di armonia: grazie.
    Milena

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...