Belle e buone

zucca
È la notte più spaventosa dell’anno o almeno dovrebbe esserlo secondo la tradizione. Tale tradizione, però, non ci appartiene ed è stata importata soprattutto per ragioni commerciali.
Secondo il quotidiano La Stampa, dieci milioni di persone, oltre otto milioni di bambini e adolescenti e almeno due milioni di adulti, festeggeranno Halloween, la «notte delle streghe» tra il 31 ottobre e il primo novembre. Una cifra in aumento del 3% rispetto allo scorso anno.
Feste, balli, travestimenti e altro ancora: Halloween è insomma una buona occasione per divertirsi.

Io non festeggio, non mi travesto, non danzo e non m’impegno in nessuna attività simile. Tuttavia ho esposto in casa la mia zucca personale per il semplice fatto che amo le zucche in genere. Amo il loro colore che sa d’autunno e la loro forma rotonda e “panciuta” che invita al buon umore. Le zucche, infatti, m’infondono tanta allegria.
Poi, quando domani ottobre ci saluterà per tornare a farci visita fra un anno, io mangerò i ravioli di zucca che sono una vera squisitezza. 🙂

(Foto tratta da: http://www.latelanera.com/halloween/ricettehalloween.htm)

  1. Io non l’ho mai festeggiato, ma quest’anno lo farò!
    Sarà che mi sto lasciando trasportare dalla ventata di follia che ha investito le aule dll’università, sarà che il nostro collega mezzo americano ci ispira halloween e thanksgiving day… non so, però ne vedremo delle belle.
    E’ un’occasione in più per divertirsi e fare baldoria. E poi quando ci capita più di vederci tutti vestiti in modo strano, con parrucche, cappelli, vestiti e trucco da manicomio?
    Ne approfittiamo ^_^

  2. Zucca, Zucchina!

    Cara Romy,
    sul tuo blog ci sono sempre immagini e parole belle! Bella è la tua energia e bella anche la voglia del gioco di Valentina!

    E’ vero, Halloween è un occasione commerciale: per le strade si risentono già di botti che mi danno un sacco fastidio, questa notte resusciteranno le zucche e i fantasmi della magica o tetra notte dei morti 🙂 Ma perchè no! E’ un occasione per giocare tutti insieme e ricalcare di più il nostro indossare quotidianamente un costume.

    Un abbraccio >!<
    Il tuo blog è sempre bello, unico, colorato e mai privo di visitatori 🙂 è davvero un bell'ambiente e sono contento che siano in tanti a conoscerlo oltre a me!

    Sei fantastica Romina!
    Un abbraccio, se me lo permetti!

    Mark.

  3. Come ben dici, questa è una tradizione che non ci appartiene, ed inoltre, andare contro significa lottare contro le lobby dei commercianti ed esercenti.
    Ci sono, invece, altre tradizione nostrane (e l’Italia è ricca) che, purtroppo, vengono abbandonate e di molte non rimangono che vaghi ricordi.

    Anch’io la zucca la preferisco a tavola.
    Esposta al centro della tavola, prima del consumo, la zucca è bella da vedersi.

    Buoni i ravioli di zucca! Ma anche gli gnocchi, il risotto e, a Venezia, la “suca baruca” (zucca al forno)!

  4. Franca e Giraffessa@
    A mio parere la differenza è enorme ed è culturale e storica.
    Il Natale non è stato importato in Italia dall’estero, negli ultimi anni, per ragioni squisitamente commerciali: fa parte di una tradizione antichissima che poi noi, ultimamente, abbiamo trasformato in festa commerciale.

    Halloween, invece, non fa parte delle nostre tradizioni ed è stata importata negli ultimi anni soltanto per business.

    Dopo di che, è giustissimo che chi vuole divertirsi lo faccia, ci mancherebbe altro! Per chi vuole festeggiare ogni occasione è buona, e tutti noi – anch’io – prendiamo al volo occasioni per divertirci quando ci va. 🙂

    Giraffessa, per inserire la licenza devi fare copia/incolla con il codice della licenza stessa e inserirlo nei widget.
    Alla voce “aspetto”, a sinistra della bacheca, trovi i widget. Per inserire il codice devi scegliere un widget in cui c’è scritto “testo”.

  5. ciao romina!
    sono d’accordo con franca, anche le festività cristiane sono ipercommerciali, tutto dipende se le si festeggia per conformismo o semplicemente per voglia di divertirsi. a me, ogni occasione per poter vivere la notte è da prendere al volo.
    e le zucche mi sembrano sempre inquietanti, a meno che non stiano nel risotto!

    ps: ma come hai fatto a mettere il bollino della “creative commons”sul blog? non so dove incollare il testo, help e scusa per l’out-topic

  6. Sono d’accordo con Romina: il Natale non si può neanche lontanamente paragonare ad Halloween, anche se oramai tutto è commercializzato.
    C’è chi festeggia Halloween per moda, e c’è chi la ritiene una buona occasione per uscire un po’ dagli schemi e divertirsi, ovvero quello che per la prima volta ho fatto io ieri. E devo dire che è stato molto carino, se non fosse per il fatto che l’Halloween italiano è abbastanza ridicolo.
    Ho un collega americano all’università, e proprio ieri sera diceva che questo è stato per lui l’Halloween più imbarazzante della sua vita: lì è normale travestirsi, mangiare dolcetti e andare in giro a fare baldoria; qui in Italia appena ti metti anche solo un cappello da strega in testa cominciano a guardarti in modo strano e a ridere.
    Quello che voglio dire è: sfruttiamo ogni occasione utile per divertirci, ma se decidiamo di imitare gli altri paesi, almeno facciamolo bene!

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...